Dall'Italia  Mon, 22 Apr 2024 09:21 Regionali in Basilicata, ultima sfida prima delle Europee - Regionali in Basilicata, ultima sfida prima delle Europee Il voto in Basilicata e la campagna per le Europee che entra nel vivo. L’analisi in diretta con gli inviati e le firme del Corriere. Con Paola Di Caro, Monica Guerzoni, Luciano Fontana, Nino Luca, Virginia Piccolillo, Antonio Polito, Venanzio Postiglione, Fiorenza Sarzanini - CorriereTV    Thu, 18 Apr 2024 19:57 La premier Meloni visita il Salone del Mobile: la diretta video - La premier Meloni visita il Salone del Mobile: la diretta video La presidente del Consiglio a Milano - CorriereTV    Thu, 18 Apr 2024 13:36 Il papato di Francesco tra segreti e trasparenza - Il papato di Francesco tra segreti e trasparenza Le “Conversazioni del Corriere” riservate in esclusiva ai nostri abbonati - CorriereTV    Wed, 10 Apr 2024 12:40 L'esplosione alla centrale idroelettrica, il racconto degli inviati del Corriere della Sera - L’esplosione alla centrale idroelettrica, il racconto degli inviati del Corriere della Sera L’incidente avvenuto a quaranta metri di profondità - CorriereTV    Fri, 29 Mar 2024 11:39 Pact4Future: Planet II - Pact4Future: Planet II L’ultimo appuntamento di Pact4Future 2024: in diretta streaming dall’Università Bocconi la serata del 28 marzo - CorriereTV    Thu, 28 Mar 2024 12:59 Pact4Future: Planet - Pact4Future: Planet In diretta streaming e da Sala Buzzati dalle ore 15, l’ultima giornata di eventi riguardante Pact4Future: tema Planet e sostenibilità. - CorriereTV    Wed, 27 Mar 2024 11:41 Pact4Future, People: la diretta video del terzo appuntamento - Pact4Future, People: la diretta video del terzo appuntamento In diretta streaming alle ore 12, il terzo appuntamento di Pact4Future. - CorriereTV    Mon, 25 Mar 2024 11:42 Cuneo, due escursionisti bloccati a 2200 metri: davanti a loro il vuoto. Lo spettacolare salvataggio in elicottero - Cuneo, due escursionisti bloccati a 2200 metri: davanti a loro il vuoto. Lo spettacolare salvataggio in elicottero Erano impossibilitati a procedere sulla Rocca Provenzale, in provincia di Cuneo. - LaPresse/AP    Mon, 25 Mar 2024 10:53 L'incidente in A1 del pullman Flixbus: la coda in strada e il mezzo inclinato sul guard-rail - L’incidente in A1 del pullman Flixbus: la coda in strada e il mezzo inclinato sul guard-rail La vittima un 19enne, passeggero di un bus in direzione Roma - LaPresse/AP    Sun, 24 Mar 2024 22:19 La sorella del boss Capriati: «Decaro ed Emiliano? Mai visti» - La sorella del boss Capriati: «Decaro ed Emiliano? Mai visti» Così Lina Capriati: «Non è mai venuto qui» - LaPresse/AP    Sun, 24 Mar 2024 16:49 Sesto San Giovanni, il flash mob per rievocare gli scioperi che nel 1944 bloccarono le fabbriche - Sesto San Giovanni, il flash mob per rievocare gli scioperi che nel 1944 bloccarono le fabbriche All’epoca dell’occupazione nazi-fascista lo sciopero non era un diritto - Corriere Tv    Sun, 24 Mar 2024 14:05 Il Papa in piedi e in silenzio: non legge l'omelia e la piazza resta in attesa - Il Papa in piedi e in silenzio: non legge l’omelia e la piazza resta in attesa Il video del momento in cui Francesco, affaticato, rinuncia alla lettura - Corriere Tv    Sun, 24 Mar 2024 13:54 Silvio Berlusconi e le ultime lettere su Forza Italia: ecco cosa ha scritto - Silvio Berlusconi e le ultime lettere su Forza Italia: ecco cosa ha scritto Il documento esclusivo scritto due giorni prima della morte - Corriere Tv    Sat, 23 Mar 2024 21:58 Roma, tensione al corteo antagonista: assaltato supermercato - Roma, tensione al corteo antagonista: assaltato supermercato L'azione al termine della manifestazione per Ilaria Salis - AGTW    Sat, 23 Mar 2024 20:25 Emiliano: «Decaro minacciato, così lo portai dalla sorella del boss». Poi la precisazione: «Io frainteso» - Emiliano: «Decaro minacciato, così lo portai dalla sorella del boss». Poi la precisazione: «Io frainteso» Fa discutere La testimonianza del governatore della Puglia, in piazza insieme a migliaia di persone per dimostrare solidarietà al sindaco di Bari - CorriereTV    
Artemisium News
02/04/2024
LE UCCISIONI DELLA MIA INFANZIA
di Mario De Capraris
Negli anni Cinquanta del secolo scorso, gli anni dell’infanzia al paese, le famiglie contadine facevano quello che si era fatto da secoli e cioè si crescevano gli animali per il consumo di carne. Gli animali più comuni erano le galline, i conigli, il maiale, più raramente le papere. E a differenza di oggi che le uccisioni non vengono fatte più in famiglia ma ci sono i luoghi preposti, allora gli animali si ammazzavano nelle case, per cui vi assistevano anche i bambini. Le galline si ammazzavano ficcando le forbici nella gola delle poverette, con tutto lo schiamazzo che ne derivava e relativo sanguinamento, finché la povera bestia esalava l’ultimo respiro. Dopo di che si spennava tutta. Raramente succedeva che l’operazione non venisse portata a termine nel migliore dei modi, per esempio come era successo a nonna Nurecchia, che, dopo averla uccisa e ben spennata, la gallina, posta nell’acqua della pentola a cuocere, era balzata fuori e se n’era scappata. Nel caso del coniglio invece, chi compiva l’atto cruento schiacciava le zampe anteriori del povero animale sotto i piedi, e tenendo la sua testa all’insu per mezzo delle orecchie, procedeva a tagliargli la gola tra i sussulti della povera bestia. Procedimento analogo veniva seguito per il maiale. Solo che, essendo corpulento, non bastava una sola persona per l’esecuzione, ma nelle ore notturne veniva radunata una piccola folla, e il sangue che fuoriusciva dalla gola non si raccoglieva nel tegamino ma nel secchio. La scena era cruenta e un brivido attraversava la schiena di noi ragazzi che assistevamo, ma alla lunga, per le tante esecuzioni cui si era assistito, non destava più un ribrezzo particolare. Semmai lasciava sconcertati la disinvoltura con cui si eseguiva l’operazione, tipo quando quello, armato di coltellaccio, affondava la lama nel collo della bestia così, di punto in bianco, detto fatto, e poi il venir meno dell’animale era una pena che era difficile scrollarsi di dosso. E in genere per gli animali, con cui si aveva a che fare allora, non si aveva per nessuno il benché minimo senso di tenerezza, a cominciare dal gatto di casa per finire all’asina di cui disponeva ogni famiglia, come d’altronde non c’era tenerezza in genere. Era una società che non era solita come oggi a lasciarsi andare alle tenerezze, “i figli si baciano quando dormono” dicevano i vecchi. Sdolcinatezze, effusioni sentimentali erano bandite.C’era una vaga consapevolezza che il ragazzo potesse mancare di rispetto o che l’eccessiva confidenza potesse nuocere al ragazzo, il quale, privato di un’autorità superiore potesse imboccare strade diverse dalla retta via. Il pensiero dominante di allora era che “l’alberello si raddrizza da piccolo”. Così, incoraggiato spesso dalla famiglia, anche l’insegnante più tollerante a volte non si faceva scrupolo di eccedere in autorità, ben sapendo che mai nessun alunno sarebbe andato a riferire alcunché in famiglia, altrimenti avrebbe avuto anche “lu rieste”. Come era frequente il caso del contadino padre di famiglia che, tornando dalla campagna, appendeva la cintura alla sedia come monito ai figli per scoraggiare comportamenti scorretti, ma la vita del contadino era abbastanza dura, piena di sacrifici e di trapazzi, soldi ce n’erano pochi e i raccolti erano scarsi.
Facebook Twitter Google+
Autorizzazione del Tribunale di Foggia n.20 del 20 settembre 2006
Direttore Responsabile Samantha Berardino



Quotidiano di Video Informazione on-line. Direttore Responsabile: Samantha Berardino
Reg.Trib. di Foggia n.20 del 20 settembre 2006. Tutti i diritti sono riservati.
Direzione e Redazione: Via G.Garibaldi, 44 - 71028 Sant'Agata di Puglia (FG) Tel. +39 0881 984319 - +39 368 7216910
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni: Leonardo Capano redazione@santagatesinelmondo.it

Tutto il materiale presente in questo sito è strettamente riservato - è vietato l'utilizzo dei contenuti del sito senza l'autorizzazione dei gestori. Privacy Policy | Cookie Policy