Dall'Italia  Thu, 01 Oct 2020 00:24 Zingaretti a Saronno: «Il Pd è tornato a essere una certezza» - Zingaretti a Saronno: «Il Pd è tornato a essere una certezza» Il segretario dem a Saronno al comizio a sostegno del candidato Airoldi - Ansa    Wed, 30 Sep 2020 23:59 Genoa, Viola: «I tamponi possono essere negativi ma sono affidabili. Il calcio è un ambito controllato» - Genoa, Viola: «I tamponi possono essere negativi ma sono affidabili. Il calcio è un ambito controllato» Antonella Viola, immunologa dell’Università di Padova, non è contraria a che il campionato di calcio continui - Corriere Tv    Wed, 30 Sep 2020 20:30 Due senatori M5s positivi, si fermano i lavori al Senato. Le reazioni dei senatori - Due senatori M5s positivi, si fermano i lavori al Senato. Le reazioni dei senatori Si tratta di Francesco Mollame e di Marco Croatti - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Wed, 30 Sep 2020 20:30 5G, Di Maio: «Chiederemo regole europee comuni» - 5G, Di Maio: «Chiederemo regole europee comuni» Il ministro degli Esteri: «Consci delle preoccupazioni degli alleati sulla sicurezza» - Ansa    Wed, 30 Sep 2020 20:29 Di Maio: "Italia ancorata agli Usa e alla Nato" - Di Maio: "Italia ancorata agli Usa e alla Nato" La conferenza stampa alla Farnesina - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Wed, 30 Sep 2020 19:56 A 80 all'ora con il monopattino: il video di notte sulle strade di Bussolengo - A 80 all'ora con il monopattino: il video di notte sulle strade di Bussolengo Le immagini riprese da un automobilista che (comportamento scorretto) ha impugnato il cellulare mentre guidava - Corriere Tv    Wed, 30 Sep 2020 19:50 Caso Gregoretti, Salvini: «Spero di non andare a processo, dalle carte nessun reato» - Caso Gregoretti, Salvini: «Spero di non andare a processo, dalle carte nessun reato» Il segretario della Lega: «Spero che qualcuno dica: grazie, arrivederci e buon lavoro» - Ansa    Wed, 30 Sep 2020 19:47 Tensioni Turchia-Grecia, Di Maio: «Incoraggiare Ankara a una soluzione condivisa» - Tensioni Turchia-Grecia, Di Maio: «Incoraggiare Ankara a una soluzione condivisa» Il ministro degli Esteri: «Il ruolo degli Usa può essere determinante» - Ansa    Wed, 30 Sep 2020 18:45 Omicidio Vannini, il padre: «Da domani cambia poco, la nostra vita ormai è basata sui ricordi» - Omicidio Vannini, il padre: «Da domani cambia poco, la nostra vita ormai è basata sui ricordi» Così il padre di Marco dopo la sentenza di appello bis sull’omicidio del figlio - AGTW    Wed, 30 Sep 2020 18:17 Omicidio Vannini, il padre: «Le scuse me le doveva chiedere immediatamente, anche stavolta ha parlato solo di sé» - Omicidio Vannini, il padre: «Le scuse me le doveva chiedere immediatamente, anche stavolta ha parlato solo di sé» Così Valerio Vannini il padre di Marco dopo la sentenza di appello bis sull’omicidio del figlio - AGTW    Wed, 30 Sep 2020 18:14 Omicidio Vannini, la madre: 14 anni a Ciontoli, 9 a famiglia. La madre: «Da domani inizierò a vivere il mio lutto più serena» - Omicidio Vannini, la madre: 14 anni a Ciontoli, 9 a famiglia. La madre: «Da domani inizierò a vivere il mio lutto più serena» la mamma di Marco Vannini, il 20enne ucciso da un colpo di arma da fuoco la notte tra il 17 e il 18 maggio del 2015: «Finalmente giustizia» - Ansa    Wed, 30 Sep 2020 17:54 Pompeo: «Il Papa mostri coraggio contro le persecuzioni religiose cinesi» - Pompeo: «Il Papa mostri coraggio contro le persecuzioni religiose cinesi» Il segretario di Stato americano: «Uomini e donne di fede hanno dovere di testimonianza morale» - Ansa    Wed, 30 Sep 2020 17:52 Pompeo arriva a Palazzo Chigi, corteo di 28 tra auto e moto per il segretario di Stato Usa - Pompeo arriva a Palazzo Chigi, corteo di 28 tra auto e moto per il segretario di Stato Usa Il segretario di Stato Usa a Roma per incontro con Conte - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Wed, 30 Sep 2020 17:37 Omicidio Vannini, la madre di Marco: «Oggi mi voglio godere questo giorno, lo aspettavo da 5 anni» - Omicidio Vannini, la madre di Marco: «Oggi mi voglio godere questo giorno, lo aspettavo da 5 anni» Marina Conte ha accolto con gioia la sentenza d'appello bis sul caso d'omicidio del figlio - AGTW    Wed, 30 Sep 2020 17:34 Immigrazione, Di Maio: «L'Italia ha fatto tutto il possibile, abbiamo bisogno dell'Europa» - Immigrazione, Di Maio: «L'Italia ha fatto tutto il possibile, abbiamo bisogno dell'Europa» Il ministro degli Esteri: «Rimpatri per chi non ha diritto ad asilo. Ridistribuzione sia europea» - Ansa    
Artemisium News
15/04/2020
DON BOEZIO
di Mario De Capraris

Quando ancora non c’era la televisione, nelle lunghe sere d’inverno, da ragazzi si ascoltavano i racconti che gli anziani facevano attingendo al bagaglio della centenaria cultura contadina. Erano storie inventate di sana pianta, alcune con una loro morale, altre che non avevano né capo né coda, ma spesso si trattava di fatti realmente accaduti cui la fantasia popolare ci aveva ricamato sopra, aggiungendoci l’ironia persino su avvenimenti delicati. Riflettevano l’ambiente contadino in cui viveva la gente di allora, con riferimento anche a quello che si sentiva più vicino, l’ambiente clericale, però fermandosi a chi occupava il gradino più basso: il sacrestano. Tuttavia non è raro imbattersi in qualche storia in cui si ravvisa l’antico campanilismo con il vicino paese di Accadia. Poi di punto in bianco è accaduto l’inevitabile: con l’urbanizzazione di massa e il passaggio epocale dei contadini dalle campagne all’industria e ai servizi, gli stessi racconti non sono stati più tramandati perché nel frattempo sono sopravvenuti i nuovi strumenti mediatici. Rispetto all’odierna narrazione televisiva o in streaming, i racconti fatti dai vecchi vicino al camino sembrano roba da preistoria. Così riscoprirne qualcuno, per quel che la memoria lo consente, sembra di rinvenire dei reperti archeologici. Vecchie storie di quando le campagne erano piene di gente, gli asini e i muli usati come mezzi di trazione, si celebravano ancora i grandi riti collettivi dalla mietitura alla trebbiatura, e la città era un’entità lontana. 

                                                                               DON BOEZIO

                                                                              di Mario De Capraris

Boezio, che chissà perché chiamavano don Boezio, aveva un figlio monaco. Un giorno, per tenere contento il figlio che insisteva perché andasse a trovarlo, si decise infine a partire. Lasciata l’asina al compare vicino di terreno, al quale raccomandò anche di badare ogni tanto alle galline visto che sarebbe stato via qualche giorno, una mattina prese la corriera e partì. Non essendo abituato a viaggiare, arrivato a destino, sceso dalla postala, disse:

“Me sènde cu la chèpa ndufèta.”

Il figlio, nel vedere l’anziano padre, si commosse. Altrettanto si commosse Boezio che si dispiaceva che il figlio fosse lontano. Per la sua temporanea residenza gli venne assegnata una stanza con lenzuola profumate e un morbido materasso che Boezio, provandolo, ebbe ad esclamare:

“Ate che li fuòrrele re lu matarazze re la massarija.”

La sera insieme agli altri cenò nel refettorio e, sarà stato per il viaggio o per la fame, fatto sta che il piatto ebbe un sapore particolare, qualcosa che non aveva mai mangiato. La mattina dopo passò a fare colazione, e anche la colazione, in campagna se la poteva solo sognare. A mezzogiorno in punto gli diedero il pranzo, che anche questo era così squisito che non vedeva l’ora di raccontarlo al compare. La sera la cena. La mattina nuovamente la colazione. A mezzogiorno il pranzo e così via dicendo, e tutto puntuale, tutto senza che si saltasse mai un pasto, senza che mancasse mai qualcosa, tanto che a un certo punto don Boezio, che nel frattempo aveva sempre fatto il confronto con la sua dieta di contadino, alla mancanza di puntualità dei suoi poveri pasti che certe volte gli succedeva proprio di saltarli, pensa che ti ripensa, alla fine si decise e disse al figlio:

“Me voglie fè mòneche pure ije.”

Da allora è rimasto il detto: “Se vulèva fè mòneche cume a don Buezje” per dire che spesso ci si lascia ingannare dalle apparenze, senza sapere le difficoltà che ci sono dietro.

Facebook Twitter Google+
Autorizzazione del Tribunale di Foggia n.20 del 20 settembre 2006
Direttore Responsabile Samantha Berardino



Quotidiano di Video Informazione on-line. Direttore Responsabile: Samantha Berardino
Reg.Trib. di Foggia n.20 del 20 settembre 2006. Tutti i diritti sono riservati.
Direzione e Redazione: Via G.Garibaldi, 44 - 71028 Sant'Agata di Puglia (FG) Tel. +39 0881 984319 - +39 368 7216910
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni: Leonardo Capano redazione@santagatesinelmondo.it

Tutto il materiale presente in questo sito è strettamente riservato - è vietato l'utilizzo dei contenuti del sito senza l'autorizzazione dei gestori. Privacy Policy | Cookie Policy