Dall'Italia  Mon, 25 Mar 2019 23:54 Salvini: «Al momento non ci sono elementi per dare la cittadinanza a Rami» - Salvini: «Al momento non ci sono elementi per dare la cittadinanza a Rami» Il ministro sul ragazzino eroe di San Donato Milanese - LaPresse    Mon, 25 Mar 2019 23:24 Salvini: «Cittadinanza a Ramy? Stiamo facendo tutti gli approfondimenti del caso» - Salvini: «Cittadinanza a Ramy? Stiamo facendo tutti gli approfondimenti del caso» Il ministro dell'Interno alla presentazione del nuovo libro di Mario Giordano - LaPresse    Mon, 25 Mar 2019 22:55 Governo gialloverde, Bannon: «Si tratta di un esperimento nobile» - Governo gialloverde, Bannon: «Si tratta di un esperimento nobile» L'ex stratega di Trump ha messo in allerta Salvini e Di Maio sugli accordi con la Cina - LaPresse    Mon, 25 Mar 2019 21:21 In cammino tra i sentieri e le meraviglie della Sicilia e della Calabria - In cammino tra i sentieri e le meraviglie della Sicilia e della Calabria Alcuni dei percorsi del Sentiero Italia del Cai in Sicilia (nel Palermitano) e sui monti della Calabria - Corriere Tv    Mon, 25 Mar 2019 20:18 Regionali Basilicata, Zingaretti: "Costruire alternativa a Salvini. Strada è lunga ma giusta" - Regionali Basilicata, Zingaretti: "Costruire alternativa a Salvini. Strada è lunga ma giusta" Il segretario del Pd commenta il voto così - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 25 Mar 2019 19:34 Bebe Vio trionfa ancora, vittoria numero 21 in Coppa del Mondo: «Conto i giorni per Tokio» - Bebe Vio trionfa ancora, vittoria numero 21 in Coppa del Mondo: «Conto i giorni per Tokio» La campionessa paralimpica si impone anche nella seconda gara della stagione - Corriere Tv    Mon, 25 Mar 2019 18:57 La deputata Faro, gaffe in Aula: la Bundesbank diventa «Bunchbank» - La deputata Faro, gaffe in Aula: la Bundesbank diventa «Bunchbank» L’onorevole Marialuisa Faro, capogruppo M5S in Commissione Bilancio della Camera - Corriere Tv    Mon, 25 Mar 2019 17:15 Igor «il russo» condannato all'ergastolo, Marco Ravaglia: «Il giusto risarcimento per chi ha sofferto» - Igor «il russo» condannato all’ergastolo, Marco Ravaglia: «Il giusto risarcimento per chi ha sofferto» La guardia ecologica ferita quando fu ucciso Valerio Verri parla dal tribunale - Corriere Tv    Mon, 25 Mar 2019 16:54 Banche, Salvini: "Tria firmi i decreti per rimborsi a truffati, non possiamo aspettare l'Europa" - Banche, Salvini: “Tria firmi i decreti per rimborsi a truffati, non possiamo aspettare l'Europa” Le parole del Ministro degli Interni - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 25 Mar 2019 16:48 Vito Bardi è stato eletto presidente della Basilicata, videoracconto della vittoria in 100 secondi - Vito Bardi è stato eletto presidente della Basilicata, videoracconto della vittoria in 100 secondi Il candidato del centrodestra ha vinto con uno scarto del 9% rispetto al centrosinistra - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 25 Mar 2019 16:45 Fosse Ardeatine, Mattarella alla cerimonia del 75esimo anniversario dell'eccidio - Fosse Ardeatine, Mattarella alla cerimonia del 75esimo anniversario dell’eccidio Il 75esimo anniversario dell’eccidio delle Fosse Ardeatin - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 25 Mar 2019 16:44 Cesare Battisti, il procuratore Greco: «Ha ammesso la sua responsabilità in 4 omicidi» - Cesare Battisti, il procuratore Greco: «Ha ammesso la sua responsabilità in 4 omicidi» L'ex terrorista è stato interrogato nel carcere di Oristano dal Pm Nobili - LaPresse    Mon, 25 Mar 2019 16:42 Loreto, Papa Francesco visita la cattedrale - Loreto, Papa Francesco visita la cattedrale La visita giunge al termine del Sinodo dei giovani di ottobre - LaPresse    Mon, 25 Mar 2019 16:38 Elezioni in Basilicata, Zingaretti: «Voto conferma che il Pd è l'alternativa a Salvini» - Elezioni in Basilicata, Zingaretti: «Voto conferma che il Pd è l'alternativa a Salvini» Le parole del segretario PD - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 25 Mar 2019 14:49 Elezioni Europee, Zingaretti: «Salvini va fermato, a iniziare dalla campagna per le elezioni Ue» - Elezioni Europee, Zingaretti: «Salvini va fermato, a iniziare dalla campagna per le elezioni Ue» Lo ha detto il segretario del Pd Nicola Zingaretti, a margine della commemorazione dell'eccidio delle Fosse Ardeatine, parlando delle prossime elezioni europee - IMAGOECONOMICA    
Artemisium News
30/12/2018
IL FOGGIA " GRAZIA " IL VERONA : 2 - 2
Scaligeri due volte avanti. Mazzeo e Gerbo rimediano ma Iemmello su rigore e Galano mancano il terzo
di Lino Mongiello

di Lino Mongiello

Foggia, 30 dicembre 2018. 

Il Foggia chiude il 2018 e il girone d’andata con un pareggio (2-2) con il Verona. Dopo le due sconfitte consecutive e la discesa al penultimo posto della classifica, i rossoneri erano attesi alla prova della verità e non hanno deluso le attese. Contro la corazzata scaligera tirano fuori gli attributi e con una grande prova di orgoglio mettono in seria difficoltà gli avversari, sfiorando la clamorosa vittoria. Se proprio si volessero trovare delle note negative alla prestazione andata in scena allo Zaccheria, a parte le indecisioni in difesa (ma questa è una costante), hanno deluso gli uomini più attesi in campo: gli attaccanti. Se Mazzeo ha “salvato” la faccia andando in rete nell’unica occasione avuta tra i piedi, lo stesso non può dirsi per gli altri due top player Iemmello e Mazzeo. Il primo ha fallito il calcio di rigore che avrebbe potuto dare il 2-2 molto tempo prima mentre il secondo, a pochi minuti dal gong finale, ha fallito il 3-2 tutto solo davanti a Silvestri. Per cui il Foggia ha dovuto accontentarsi di un pari che, per quanto visto sul terreno di gioco, gli va molto stretto. Un punto che sì muove la graduatoria ma non fa tenere il passo con le dirette concorrenti che lo sopravanzano. In ogni caso c’è un intero girone di ritorno da affrontare e, alla ripresa. Bisognerà farsi trovare pronti a ripartire con la stessa voglia, la stessa energia messa in campo contro il Verona. Magari  avessero sempre giocato così intensamente … Mister Padalino cambia modulo e si affida al miglior undici. Nel 3-4-3, davanti al debuttante Noppert, preferito a Bizzarri, ritrova Martinelli e lo affianca a Tonucci e Ranieri. A centrocampo, dopo la squalifica rientra Gerbo che, con capitan Agnelli, Zambelli e Kragl hanno il compito di dirigere le operazioni nella zona nevralgica del campo. In attacco il “trio” che dovrebbe essere delle meraviglie, Galano, Mazzeo e Iemmello. La gara è molto sentita e, sulle due curve rossonere, inizialmente si sciopera. La gara intanto è subito entusiasmante. Le due squadre si affrontano a viso aperto e c’è voglia di prevalere l’una sull’altra. Il Verona, dall’alto della sua classifica e del suo notevole impianto di gioco, appare però più concreto. E quando affonda crea pericoli. Anche se è il Foggia a sporgere per primo il naso al di là della trequarti. Ci prova subito Agnelli dopo 20” dal limite ma Silvestri para. Poi tenta Kragl (3’) su calcio di punizione ma la sfera è alta sulla traversa. Come detto, il Verona è pericoloso e Pazzini (4’), di testa spedisce alle spalle di Noppert ma sul cross proveniente dalla destra è in netta posizione di offside. Sul ribaltamento di fronte c’è l’occasionissima per il Foggia. Sul cross di Galano,  Mazzeo svirgola la palla e Kragl (5’) da ottima posizione sparacchia in curva. Il Foggia spinge e si espone alle azioni di rimessa del Verona.  Infatti, nel momento migliore dei rossoneri gli ospiti passano in vantaggio. Dall’ennesimo traversone dalla destra la palla giunge a Lee (15’) che calcia a rete. Noppert si oppone come può ma sulla sua respinta c’è Pazzini, lesto a ribadire in rete. Sul già “freddo” Zaccheria scende ancor più il gelo e, in contropiede gli scaligeri potrebbero ancora far male. Sempre Pazini (17’) prova la battuta al volo che sfiora il montante. Il Foggia è un po’ confuso ed affiorano i fantasmi di un ennesimo passo falso. Ci vogliono 10’ per  riprendersi dallo shock e Galano (28’) su assist di Agnelli potrebbe pareggiare ma la conclusione è fuori misura. Gol che però è solo rimandato.  Zambelli mette al centro un pallone “velenoso” sul quale Dawidowicz interviene in malo modo consegnando a Mazzeo (30’), la possibilità di spingerlo in fondo  al sacco. Sulle ali dell’entusiasmo e del “ritrovato” sostegno degli 8.000, il Foggia insiste e continua a spingere. La gara sale di tono e le emozioni si susseguono senza sosta.  Kragl (35’) su calcio di punizione costringe Silvestri a distendersi alla sua sinistra per deviare la sfera in angolo. Risponde immediatamente Henderson (39’) con un fendente dal limite dell’area che fa la barba al palo. Dall’altra parte Kragl (42’) calcia male ma il tiro diventa un assist che nè Mazzeo né Galano riescono a sfruttare. Ma il pericolo è sempre in agguato e il Verona passa di nuovo in vantaggio. Da un cross proveniente dalla sinistra, Noppert interviene, male, smanacciando sui piedi di Lee (44’). Troppo facile per il coreano infilare nella porta sguarnita. Si va così al riposo col Verona in vantaggio (1-2).  Si riprende a giocare con identica intensità.  Matos scappa via e produce l’assist per Pazzini (8’) che non aggancia. Risponde Iemmello (10’) con un tiro al volo che trova ancora pronto Silvestri. Ancora Pazzini (13’) protagonista con fuga e il preciso diagonale sul quale si oppone Noppert. Sul ribaltamento di fronte Iemmello di testa va a segno ma l’arbitro non convalida per un presunto fallo su un difensore. Il Foggia ci crede e preme e pressa a tutto campo, costringendo il Verona a presidiare molto di più la difesa. Agnelli lotta e ruba palloni in serie. Gerbo fila come un treno su e giù per il rettangolo di gioco, innescando ottime giocate. Sugli esterni Zambelli e Kragl forniscono in enorme apporto. E il Foggia ha l’occasione per pareggiare i conti. Kragl  batte il settimo calcio d’angolo e Caracciolo affonda Tonucci che s’appresta a saltare. E’ calcio di rigore. Alla battuta va  Iemmello (16’) che indirizza  centralmente e Silvestri non si fa pregare per neutralizzare il terzo penalty stagionale.  L’errore dal dischetto non frena la reazione del Foggia. Kragl (22’) dal limite dell’area sfiora il bersaglio. Ma il gol del pari arriva poco dopo con la gran botta di Gerbo (29’) che, su servizio di Kragl, scaraventa la sfera all’incrocio dei pali. Nulla da fare stavolta per l’ottimo Silvestri. Il Foggia ci crede e spinge come un forsennato.  Galano (39’) ha tra i piedi la palla del sorpasso ma, tutto solo davanti a Silvestri si fa respingere il tiro. Poi nel recupero Gerbo (50’) prova il bis sganciando un altro missile dei suoi ma la mira non è precisa come la precedente. Finisce in parità ma stavolta ai rossoneri non si può dire nulla.

FOGGIA – VERONA  2-2

Marcatori: 15’pt Pazzini, 30’ Mazzeo, 44’ Lee. 29’ st Gerbo.
 

FOGGIA (3-4-1-2): Noppert 5.5;  Tonucci 6, Martinelli 6, Ranieri 5.5; Zambelli 6.5 (49’ st Loiacono sv), Agnelli 6.5, Gerbo 7, Kragl 6; Galano 5 (51’ st Carraro sv); Iemmello 5, Mazzeo 6 (19’ st Chiaretti 6). In panchina: Bizzarri, Sarri, Deli, Cicerelli, Rubin, Boldor, Arena, Ramè, Gori. Allenatore: Padalino 6.

VERONA (4-1-4-1): Silvestri 7;  Almici 6,  Dawidowicz 6, Caracciolo 5.5, Balkovec 5.5 (12’ st Empereur 5.5); Gustafson 6; Matos 6, Henderson 6 (43’ st Marrone sv), Zaccagni 5.5 (24’ st Colombatto 5.5), Lee 6.5;  Pazzini 7.  In panchina: Berardi, Chiesa, Eguelfi, Laribi, Kumbulla, Danzi, Tupta, Bianchetti.  Allenatore: Grosso 6.

ARBITRO: Francesco Fourneau di Roma 6.5;
1° assistente: Manuel Robilotta di Sala Consilina 6.5;
2° assistente: Mattia Scarpa di Reggio Emilia 5.5;
4° ufficiale: Ivan Pezzuto di Lecce.

Cielo nuvoloso. Terreno in buone condizioni. Spettatori 8.000 circa. Ammoniti:  Pazzini, Lee, Kragl, Agnelli, Caracciolo, Gustafson, Matos, Chiaretti. Allontanato al 36’ st l’allenatore del Verona, Grosso, per proteste.  Angoli: 7-2 per il  Foggia. Recupero: 1'-6'.

Nella foto il gol dell'1-1 siglato da Mazzeo

 

Facebook Twitter Google+
Autorizzazione del Tribunale di Foggia n.20 del 20 settembre 2006
Direttore Responsabile Samantha Berardino



Quotidiano di Video Informazione on-line. Direttore Responsabile: Samantha Berardino
Reg.Trib. di Foggia n.20 del 20 settembre 2006. Tutti i diritti sono riservati.
Direzione e Redazione: Via G.Garibaldi, 44 - 71028 Sant'Agata di Puglia (FG) Tel. +39 0881 984319 - +39 368 7216910
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni: Leonardo Capano redazione@santagatesinelmondo.it

Tutto il materiale presente in questo sito è strettamente riservato - è vietato l'utilizzo dei contenuti del sito senza l'autorizzazione dei gestori. Privacy Policy | Cookie Policy