Dall'Italia  Mon, 25 Mar 2019 23:54 Salvini: «Al momento non ci sono elementi per dare la cittadinanza a Rami» - Salvini: «Al momento non ci sono elementi per dare la cittadinanza a Rami» Il ministro sul ragazzino eroe di San Donato Milanese - LaPresse    Mon, 25 Mar 2019 23:24 Salvini: «Cittadinanza a Ramy? Stiamo facendo tutti gli approfondimenti del caso» - Salvini: «Cittadinanza a Ramy? Stiamo facendo tutti gli approfondimenti del caso» Il ministro dell'Interno alla presentazione del nuovo libro di Mario Giordano - LaPresse    Mon, 25 Mar 2019 22:55 Governo gialloverde, Bannon: «Si tratta di un esperimento nobile» - Governo gialloverde, Bannon: «Si tratta di un esperimento nobile» L'ex stratega di Trump ha messo in allerta Salvini e Di Maio sugli accordi con la Cina - LaPresse    Mon, 25 Mar 2019 21:21 In cammino tra i sentieri e le meraviglie della Sicilia e della Calabria - In cammino tra i sentieri e le meraviglie della Sicilia e della Calabria Alcuni dei percorsi del Sentiero Italia del Cai in Sicilia (nel Palermitano) e sui monti della Calabria - Corriere Tv    Mon, 25 Mar 2019 20:18 Regionali Basilicata, Zingaretti: "Costruire alternativa a Salvini. Strada è lunga ma giusta" - Regionali Basilicata, Zingaretti: "Costruire alternativa a Salvini. Strada è lunga ma giusta" Il segretario del Pd commenta il voto così - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 25 Mar 2019 19:34 Bebe Vio trionfa ancora, vittoria numero 21 in Coppa del Mondo: «Conto i giorni per Tokio» - Bebe Vio trionfa ancora, vittoria numero 21 in Coppa del Mondo: «Conto i giorni per Tokio» La campionessa paralimpica si impone anche nella seconda gara della stagione - Corriere Tv    Mon, 25 Mar 2019 18:57 La deputata Faro, gaffe in Aula: la Bundesbank diventa «Bunchbank» - La deputata Faro, gaffe in Aula: la Bundesbank diventa «Bunchbank» L’onorevole Marialuisa Faro, capogruppo M5S in Commissione Bilancio della Camera - Corriere Tv    Mon, 25 Mar 2019 17:15 Igor «il russo» condannato all'ergastolo, Marco Ravaglia: «Il giusto risarcimento per chi ha sofferto» - Igor «il russo» condannato all’ergastolo, Marco Ravaglia: «Il giusto risarcimento per chi ha sofferto» La guardia ecologica ferita quando fu ucciso Valerio Verri parla dal tribunale - Corriere Tv    Mon, 25 Mar 2019 16:54 Banche, Salvini: "Tria firmi i decreti per rimborsi a truffati, non possiamo aspettare l'Europa" - Banche, Salvini: “Tria firmi i decreti per rimborsi a truffati, non possiamo aspettare l'Europa” Le parole del Ministro degli Interni - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 25 Mar 2019 16:48 Vito Bardi è stato eletto presidente della Basilicata, videoracconto della vittoria in 100 secondi - Vito Bardi è stato eletto presidente della Basilicata, videoracconto della vittoria in 100 secondi Il candidato del centrodestra ha vinto con uno scarto del 9% rispetto al centrosinistra - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 25 Mar 2019 16:45 Fosse Ardeatine, Mattarella alla cerimonia del 75esimo anniversario dell'eccidio - Fosse Ardeatine, Mattarella alla cerimonia del 75esimo anniversario dell’eccidio Il 75esimo anniversario dell’eccidio delle Fosse Ardeatin - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 25 Mar 2019 16:44 Cesare Battisti, il procuratore Greco: «Ha ammesso la sua responsabilità in 4 omicidi» - Cesare Battisti, il procuratore Greco: «Ha ammesso la sua responsabilità in 4 omicidi» L'ex terrorista è stato interrogato nel carcere di Oristano dal Pm Nobili - LaPresse    Mon, 25 Mar 2019 16:42 Loreto, Papa Francesco visita la cattedrale - Loreto, Papa Francesco visita la cattedrale La visita giunge al termine del Sinodo dei giovani di ottobre - LaPresse    Mon, 25 Mar 2019 16:38 Elezioni in Basilicata, Zingaretti: «Voto conferma che il Pd è l'alternativa a Salvini» - Elezioni in Basilicata, Zingaretti: «Voto conferma che il Pd è l'alternativa a Salvini» Le parole del segretario PD - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 25 Mar 2019 14:49 Elezioni Europee, Zingaretti: «Salvini va fermato, a iniziare dalla campagna per le elezioni Ue» - Elezioni Europee, Zingaretti: «Salvini va fermato, a iniziare dalla campagna per le elezioni Ue» Lo ha detto il segretario del Pd Nicola Zingaretti, a margine della commemorazione dell'eccidio delle Fosse Ardeatine, parlando delle prossime elezioni europee - IMAGOECONOMICA    
Artemisium News
23/12/2018
FOGGIA, CHE BEFFA A SALERNO!
I rossoneri dominano il match fino all'espulsione di Gerbo. Nel recupero Vitale trova il jolly
di Lino Mongiello
 

di Lino Mongiello

Salerno, 23 dicembre 2018.

Natale amaro per il Foggia che esce sconfitto dall’Arechi di Salerno (1-0) dal gol di Vitale, nel secondo minuto di recupero. Sicuramente lo stop è immeritato ma va dato atto alla Salernitana di aver saputo attendere il momento propizio per colpire gli avversari. E, soprattutto per averci creduto fino in fondo sfruttando appieno la superiorità numerica. Ecco, la chiave di lettura sta proprio nella espulsione di Gerbo che ha deciso le sorti del match. Fino a quel momento il Foggia spadroneggiava e sembrava che, da un momento all’altro, avrebbe avuto il sopravvento. Il secondo giallo sventolato in faccia al centrocampista in rossonero, ha di fatto scombussolato i piani del tecnico che stava per inserire Galano e poter tentare l’assalto finale. Invece … è andata diversamente. Il Foggia ha perso, tra la delusione degli oltre 1.000 che hanno affollato il settore dedicato e sostenuto incessantemente per tutta la durata della gara. Anche la classifica, che solo sette giorni fa sembrava sorridere ai satanelli, è nuovamente diventata molto deficitaria. Fino al momento dell’espulsione il Foggia aveva dominato il match, creando due palle gol, sventate dall’ottimo Micai. Ma va anche sottolineato che, la supremazia indiscussa dei rossoneri, rispetto alla enorme mole di gioco aveva prodotto troppo poco in termini di occasioni da rete. Il neo tecnico Padalino, in tribuna per squalifica, avrà molto da lavorare in chiave offensiva e, probabilmente, dovrà ricercare delle soluzioni a centrocampo, dove mancano uomini con l’estro per innescare l’enorme potenziale in termini di attaccanti. In difesa il Foggia è costretto a rinunciare agli indisponibili Camporese e Martinelli. E all’ultimo minuto deve fare a meno anche di Tonucci. Per cui la difesa è rivoluzionata. Il reparto arretrato è affidato a Loiacono, Boldor e Ranieri. A centrocampo l’unica novità rispetto all’ultimo match, è Cicerelli per Zambelli. Confermato invece in attacco il duo Iemmello-Mazzeo. Il Foggia si presenta all’Arechi con la determinazione di voler portare a casa un risultato positivo. E sin delle prime battute s’impossessa del centrocampo, dettando i tempi di gioco. La Salernitana accusa la superiorità dei rossoneri e pensa soltanto a difendersi. Gli ospiti menano le danze ma non riescono a pungere efficacemente. I rossoneri fanno girar palla, in attesa di trovare il varco giusto e bucare la folta difesa dei padroni di casa. Il primo tentativo è del Foggia con Gerbo che serve Iemmello (6’) ma  il tiro di prima intenzione termina di poco alto. La supremazia territoriale del Foggia è evidente ma la Salernitana è ben coperta e diventa difficile trovare spazi per poter colpire. Cicerelli da una parte e Kragl dall’altra provano a sfondare ma i loro cross sono spesso fuori dalla portata degli avanti rossoneri. E proprio Kragl (27’), dopo uno scambio con Gerbo, costringe Micai ad una difficile parata su uno dei suoi proverbiali “siluri”. Solo nel finale di tempo la Salernitana prende coraggio e mette decisamente paura. Vitale cross dalla sinistra,  Boldor “buca” la sfera e Bocalon (39’) a due passi da Bizzarri calcia a colpo sicuro ma il numero uno rossonero salva d’istinto. I padroni di casa ora insistono ma, per fortuna, in modo sterile. L’ultima emozione della prima frazione la potrebbe provocare  Kragl (44’) su calcio di punizione, ma la mira è imprecisa e si va negli spogliatoi. Si riprende a giocare e le due squadre danno l’impressione di voler rinunciare ad eccessivi tatticismi e a giocarsela a viso aperto. Il Foggia sembra più deciso. Gerbo fila come un treno e serve a Mazzeo (5’) un buon assist non finalizzato. Due minuti più tardi ancora Gerbo ruba palla e consente a Iemmello di liberarsi davanti a Micai. Il tiro a colpo sicuro è però sventato da un grande Micai. Poi l’episodio della seconda ammonizione di Gerbo e della conseguente espulsione che compromette l’esito del match. Davvero ingenuo nell’occasione il centrocampista del Foggia, già graziato pochi minuti prima. La Salernitana comprende che deve giocarsi il tutto per tutto. Il Foggia, invece, appare stanco e, probabilmente, sbaglia le sostituzioni che consentono ai granata di avanzare il proprio baricentro.  Gregucci suona la carica e Bizzarri deve fare gli straordinari per evitare la capitolazione. Nel recupero la beffa.  Jallow (46’) indirizza la palla all’incrocio e Bizzarri si salva con un grande intervento. Dalla battuta susseguente dal calcio d’angolo, Vitale (47’) punisce il Foggia con un sinistro micidiale che non lascia scampo a Bizzarri. E condanna i rossoneri ad una sconfitta immeritata.

SALERNITANA - FOGGIA  1-0

Marcatore: 47’ st Vitale.

SALERNITANA (3-5-2): Micai 7; Migliorini 6, Schiavi 6 (27’ st Mazzarani 6), Gigliotti 6; Casasola 5.5 (12’ st Pucino 5.5), Akpa Akpro 5.5, Di Tacchio 6, Castiglia 5.5 (14’ st Rosina 6.5), Vitale 6.5; Jallow 6, Bocalon 5.5.  In panchina: Vannucchi, Mantovani, Anderson D., Djuric, Bellomo, Palumbo, Orlando, Anderson A., Lazzari. Allenatore: Gregucci 6.5.

FOGGIA (3-5-2): Bizzarri 7; Loiacono 6, Boldor 5.5, Ranieri 6; Cicerelli 6 (25’ st Zambelli 5.5), Gerbo 4, Agnelli 6 (39’ st Carraro s.v.), Busellato 5.5, Kragl 5.5; Mazzeo 5 (30’ st Rubin s.v.), Iemmello 6.  In panchina: Noppert, Sarri, Tonucci, Cavallini, Galano, Arena, Gori. Allenatore: Di Corcia (al posto dello squalificato Padalino) 5.

ARBITRO: Niccolò Baroni di Firenze 6;
1° assistente: Pietro Dei Giudici di Latina 6;
2° assistente: Marcello Rossi di Novara 6;
4° uomo: Valerio Marini di Roma1.

NOTE: cielo nuvoloso. Terreno in buone condizioni. Spettatori 8.000 circa (una migliaio i tifosi rossoneri). Ammoniti:  Castiglia, Schiavi, Migliorini  (S)  Boldor  (F). Espulso Gerbo al 26’ st per doppio giallo. Angoli: 5 – 4 per la Salernitana. Recupero: 1'-5'.

Nella foto l'occasione sciupata da Iemmello

 

Facebook Twitter Google+
Autorizzazione del Tribunale di Foggia n.20 del 20 settembre 2006
Direttore Responsabile Samantha Berardino



Quotidiano di Video Informazione on-line. Direttore Responsabile: Samantha Berardino
Reg.Trib. di Foggia n.20 del 20 settembre 2006. Tutti i diritti sono riservati.
Direzione e Redazione: Via G.Garibaldi, 44 - 71028 Sant'Agata di Puglia (FG) Tel. +39 0881 984319 - +39 368 7216910
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni: Leonardo Capano redazione@santagatesinelmondo.it

Tutto il materiale presente in questo sito è strettamente riservato - è vietato l'utilizzo dei contenuti del sito senza l'autorizzazione dei gestori. Privacy Policy | Cookie Policy