Artemisium News
03/09/2018
FOGGIA , CHE SCOPPOLA: 4-1 A CROTONE
La compagine rossonera cade sotto i colpi dei pitagorici dell'ex Stroppa. Mazzeo salva la faccia
di Lino Mongiello

di Lino Mongiello

Crotone, 2 settembre 2018.

Brutta sconfitta del Foggia che subisce un sonoro 4-1 nel match clou di Crotone. Che  la squadra calabrese, guidata tecnicamente dall’ex Stroppa, fosse una delle candidate alla vittoria finale, si sapeva. Ma, tutto sommato, va detto senza ombra di dubbio, che il Foggia è stato a lungo, assente ingiustificato. Eccessivamente timoroso e remissivo nella prima frazione, dopo aver subìto un gol evitabilissimo, ha peggiorato le cose ad inizio ripresa, subendo immediatamente il 2-0. Sotto di due gol è stato  tentato il tutto per tutto. L’inserimento di Gori ha fatto saltare ancor più gli equilibri ed è crollato sotto i colpi dei padroni di casa, abili nello sfruttare tutti gli episodi favorevoli, rischiando davvero la goleada. Sicuramente la “sbandata” di Crotone dovrà far riflettere il Mister innanzitutto (costretto in tribuna) e poi capitan Agnelli e soci che occorrerà ritrovare serenità e voglia di lottare. Quello visto a Crotone non è l’atteggiamento giusto per poter annullare quanto prima l’handicap in classifica e diventare protagonisti nel difficile campionato di B. Quindi che questa sconfitta sia salutare e possa determinare la scossa negli uomini in rossonero. Lo squalificato Grassadonia ritrova tra i disponibili capitan Agnelli, Gerbo e Mazzeo. Deve però fare a meno di Busellato. Le due compagini sono quotate e si temono a vicenda. La prima emozione è di marca rossoblù. Firenze (5’) su calcio di punizione costringe Bizzarri a volare all’incrocio per evitare la capitolazione. I padroni di casa prendono possesso del centrocampo, sfruttando l’uomo in più. La spinta dei pitagorici si fa più incessante e costringe i rossoneri a dedicarsi quasi esclusivamente alla fase difensiva. Nel primo quarto d’ora si assiste ad un Foggia eccessivamente rinunciatario e timoroso. Ma, come spesso accade nel calcio, le migliori occasioni da rete capitano proprio nel momento in cui l’avversario ti sta mettendo alle corde. Così Cordaz (19’) prima rinvia maldestramente sui piedi di Cicerelli ma poi si oppone con bravura sulla conclusione dello stesso esterno rossonero. E successivamente Mazzeo non coglie l’attimo propizio. Il Crotone risponde con Budimir (21’) che di testa non sfrutta l’assist di Nalini. Fa buona guardia la difesa rossonera ma non riesce a mantenere le giuste distanze con il centrocampo. Ciò costringe capitan Agnelli e i compagni di reparto  ad un duro lavoro di ricucitura che non consente di mettere a disposizione delle punte dei palloni giocabili.  Il Crotone sembra avere un attimo di pausa ma, improvvisamente, passa in vantaggio. Martella sfonda sulla corsia di sinistra e sul suo cross lungo a scavalcare la retroguardia foggiana, interviene Faraoni (31’), al volo, con un velenoso rasoterra a sorprendere Bizzarri. Passato in svantaggio il Foggia tenta l’immediata reazione alzando il proprio baricentro. Impone il proprio gioco ma senza incidere più di tanto. Gli unici tentativi di pareggio arrivano dai calci da fermo con Cicerelli (41’) e Tonucci (43’) che non arriva puntuale sulla battuta di Kragl. Prima del duplice fischio, il Crotone si fa pericoloso con la conclusione di Nalini (45’) da fuori area che Bizzarri respinge con difficoltà. Si ricomincia e il Foggia non ha il tempo di organizzarsi che il Crotone raddoppia. Firenze (4’) castiga ancora Bizzarri con una deliziosa parabola a mezza altezza. Mister Russo (che sostituisce lo squalificato Grassadonia) prova a riprendere le sorti del match ed inserisce Gori per Loiacono. Una mossa deleteria che squilibra ancor di più i valori in campo.  E il Crotone ne approfitta per affondare con decisione la semiaffondata barca rossonera. Nalini (10’) cala il tris pescando il jolly con un pallonetto dai 30 metri che sorprende Bizzarri. Intanto alle luci già spente dei rossoneri si aggiungono quelle dell’impianto elettrico dello “Scida”. La gara viene sospesa per sette minuti e lo stop forzato non frena la voglia del Crotone di infliggere un pesante passivo agli avversari. Infatti, puntuale arriva la quarta realizzazione con la rasoiata di Roheden (19’). Per il Crotone il match è ormai in discesa e col Foggia che ha deposto le armi. Nalini (28’) prova ancora il pallonetto ma stavolta Bizzarri si fa trovare pronto.  Nel finale il Foggia ha un sussulto. Ci provano  Kragl (36’) e Chiaretti (40’) ma Cordaz si oppone con bravura. Per i rossoneri arriva il gol della bandiera col solito Mazzeo (48’) che sfrutta il calcio di rigore concesso per un atterramento di Chiaretti. Lo stesso Mazzeo (52’) prova a fare il bis ma Cordaz è sempre attento. Ormai la frittata è fatta e per i rossoneri è notte fonda. Provvidenziale ed opportuna giunge la sosta.  Non dimentichiamo che il “cantiere” Foggia è stato completato da pochi giorni e deve trovare la giusta quadratura. 

Crotone - Foggia  4-1

Marcatori: 31’ p.t. Faraoni, 4’ s.t. Firenze, 10’ Nalini, 19’ Roheden, 48’ Mazzeo (rig.).

Crotone (3-5-2): Cordaz 6, Cuomo 6, Sampirisi 6, Marchizza 6, Faraoni 7, Rohden 6.5, Benali 6, Firenze 7, Martella 6.5 (31’ s.t. Molina s.v.), Budimir 6 (25’ s.t. Simy 6), Nalini 7 (37’ s.t. Stoian s.v.). A disposizione: Festa, Figliuzzi, Curado, Crociata, Zanellato, Valietti, Spinelli. Allenatore: Stroppa 7.

Foggia (4-3-3): Bizzarri 4.5; Tonucci 5 (31’ s.t. Ranieri s.v.), Martinelli 5.5, Camporese 5.5, Loiacono 6 (7’ s.t, Gori 5.5); Kragl 5, Agnelli 5, Carraro 5; Chiaretti 6, Mazzeo 5, Cicerelli 5.5 (40’ s.t. Gerbo s.v.). A disposizione: Noppert, Sarri, Cavallini, Rubin, Boldor, Arena, Ramé.  Allenatore: Grassadonia (squalificato) 5.

Arbitro: Daniele Minelli di Varese 6;
1° Assistente: Edoardo Raspollini di Livorno 6;
2° Assistente: Vittorio Di Gioia di Foligno 6; 
Quarto Uomo: Alberto Santoro di Messina. 

Note: Terreno in buone condizioni. Spettatori  6.000 circa (duecento i tifosi ospiti). Ammoniti:   Benali (C),  Tonucci (F). Angoli: 7 - 3 per il  Crotone. Recuperi: 2’ - 9'.

Nella foto il rigore calciato da Mazzeo

Facebook Twitter Google+
Autorizzazione del Tribunale di Foggia n.20 del 20 settembre 2006
Direttore Responsabile Samantha Berardino



Quotidiano di Video Informazione on-line. Direttore Responsabile: Samantha Berardino
Reg.Trib. di Foggia n.20 del 20 settembre 2006. Tutti i diritti sono riservati.
Direzione e Redazione: Via G.Garibaldi, 44 - 71028 Sant'Agata di Puglia (FG) Tel. +39 0881 984319 - +39 368 7216910
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni: Leonardo Capano redazione@santagatesinelmondo.it

Tutto il materiale presente in questo sito è strettamente riservato - è vietato l'utilizzo dei contenuti del sito senza l'autorizzazione dei gestori. Privacy Policy | Cookie Policy