Dall'Italia  Mon, 10 Dec 2018 14:33 Ancona, «Da un concerto si esce senza voce, non senza vita»: lo striscione del liceo di Asia - Ancona, «Da un concerto si esce senza voce, non senza vita»: lo striscione del liceo di Asia Il preside della scuola della ragazza morta ad Ancona - AGTW    Mon, 10 Dec 2018 14:19 Primarie Pd, Zingaretti: «Salvare il Partito Democratico per salvare democrazia» - Primarie Pd, Zingaretti: «Salvare il Partito Democratico per salvare democrazia» Il candidato alle primarie aggiunge: «Questo governo non ce la fa» - LaPresse    Mon, 10 Dec 2018 14:03 Imprese, Di Maio lancia frecciata a Salvini: «Ok gli incontri ma i fatti si fanno al Mise» - Imprese, Di Maio lancia frecciata a Salvini: «Ok gli incontri ma i fatti si fanno al Mise» Il ministro dello Sviluppo Economico sull'incontro di ieri tra ministro dell'Interno e imprenditori - LaPresse    Mon, 10 Dec 2018 13:31 La Lega di Salvini alla conquista del Sud: ma chi sono i nuovi leghisti del Meridione? - La Lega di Salvini alla conquista del Sud: ma chi sono i nuovi leghisti del Meridione? L’anticipazione della puntata di Report, in onda lunedì alle 21.15 su Rai3. L’inchiesta di Claudia Di Pasquale - Corriere Tv    Mon, 10 Dec 2018 11:42 Roma, sgomberati migranti dall'ex Penicillina - Roma, sgomberati migranti dall'ex Penicillina Sul posto anche il ministro dell'Interno Matteo Salvini - LaPresse    Mon, 10 Dec 2018 11:14 La nuova vita di Matteo Marzotto: «Dal vuoto è nata la mia fede» - La nuova vita di Matteo Marzotto: «Dal vuoto è nata la mia fede» La confessione all’emittente cattolica Tv2000 - Corriere Tv    Mon, 10 Dec 2018 11:13 Tragedia Corinaldo: Crepet contro il rapper Briga: «Sfera Ebbasta ha responsabilità» - Tragedia Corinaldo: Crepet contro il rapper Briga: «Sfera Ebbasta ha responsabilità» L'artista però difende il collega: «Responsabilità minori di quelle dei genitori». I due erano ospiti di Domenica In - LaPresse    Mon, 10 Dec 2018 11:10 La Fiorentina pareggia in extremis, la squadra va a salutare i tifosi ma dalla curva piovono insulti - La Fiorentina pareggia in extremis, la squadra va a salutare i tifosi ma dalla curva piovono insulti I viola hanno rimontato il Sassuolo nel finale - Corriere Tv    Mon, 10 Dec 2018 10:15 Manovra, il deputato cita Cetto la Qualunque: «Più pil per tutti». E fa ridere tutti - Manovra, il deputato cita Cetto la Qualunque: «Più pil per tutti». E fa ridere tutti È Felice Maurizio D’Ettore di Fi che dice: «Avete inserito norme assurde, volete di più per tutti, più soldi per tutti, più Pil per tutti potremmo dire» - Corriere Tv    Mon, 10 Dec 2018 08:19 Tragedia di Ancona, Carmelo Calì: «I miei figli erano lì. Avevano il biglietto 1351» - Tragedia di Ancona, Carmelo Calì: «I miei figli erano lì. Avevano il biglietto 1351» L’uomo ha adottato i tre figli della cugina Marianna Manduca, uccisa in Sicilia dal marito nel 2007 - AGTW    Sun, 09 Dec 2018 23:34 Crollo di Ancona, da Fedez a Vasco: gli artisti si stringono alle famiglie delle vittime - Crollo di Ancona, da Fedez a Vasco: gli artisti si stringono alle famiglie delle vittime Gli artisti di tutta Italia hanno mandato numerosi messaggi di vicinanza alle famiglie delle vittime - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Sun, 09 Dec 2018 20:35 Crollo di Ancona, il direttore medico Papa: «Sette pazienti gravi, condizioni da verificare nel tempo» - Crollo di Ancona, il direttore medico Papa: «Sette pazienti gravi, condizioni da verificare nel tempo» Il bollettino medico sulle condizioni dei feriti - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Sun, 09 Dec 2018 17:54 Manovra, Boccia: «Evitare la procedura di infrazione dalle Ue» - Manovra, Boccia: «Evitare la procedura di infrazione dalle Ue» Il presidente di Confindustria dopo l'incontro con il vicepremier Salvini: «Colloquio positivo, ora i fatti» - LaPresse    Sun, 09 Dec 2018 17:53 Crollo di Ancona, Fico: «Nel locale c'erano troppe persone, regole vanno sempre rispettate» - Crollo di Ancona, Fico: «Nel locale c'erano troppe persone, regole vanno sempre rispettate» Il presidente della Camera dei Deputati intervistato a Napoli - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Sun, 09 Dec 2018 17:19 I Casamonica e le minacce al giornalista di «Piazzapulita»: «Prima o poi ti sparano, li mortacci tua...» - I Casamonica e le minacce al giornalista di «Piazzapulita»: «Prima o poi ti sparano, li mortacci tua...» Nello Trocchia è stato aggredito fisicamente e verbalmente mentre registrava il servizio per la trasmissione - Corriere Tv    
Artemisium News
06/08/2018
COMINCIA NEL PEGGIOR DEI MODI: FOGGIA 1 - CATANIA 3
di Lino Mongiello

Foggia, 5 agosto 2018. Comincia nel peggior dei modi l’avventura di Grassadonia sulla panchina del Foggia. I rossoneri, infatti, subiscono un’inopinata sconfitta (1-3) ad opera del Catania. Ovviamente le numerose assenze e l’incompletezza della rosa hanno avuto un peso importante ma va detto che anche il Catania non era al completo. In ogni caso la sconfitta brucia soprattutto perché il passaggio al turno successivo avrebbe consentito a diversi calciatori di scontare l’ultimo turno di squalifica e azzerarle in vista dell’inizio del campionato. Questo vuol dire che bisognerà accelerare i tempi per ingaggiare quei tre/quattro elementi di spicco che  possano determinare quel salto di qualità che consenta di mantenere la categoria. Eppure comincia abbastanza bene il Foggia all’esordio stagionale allo Zaccheria. Nonostante le numerose ed importanti assenze in entrambi gli schieramenti, i rossoneri sembrano più determinati. Bastano 10’ di studio per passare alle vie di fatto. Il Foggia impensierisce per due volte l’estremo difensore ospite. Martinelli (9’) si coordina bene ma in semirovesciata non riesce a infilare in rete. Poco dopo Nicastro (10’) calcia a colpo sicuro ma trova i pugni di Pisseri. Il Foggia tiene in mano le redini del gioco ma, inaspettatamente, è il Catania a sbloccare il risultato.  Ramè perde palla a centrocampo ed innesca la ripartenza di Barisic. Sul cross dalla destra, Rossetti (13’) approfitta della dormita della difesa rossonera ed incorna in rete. Sfiorano il raddoppio gli etnei con Pozzebon (18’) ma Bizzarri evita il colpo del ko deviando la sfera in angolo. La gara scende di tono anche perché il Catania, acquisito il vantaggio, si chiude a riccio, arretrando il baricentro. Gli spazi sono quasi tutti chiusi e il Foggia trova estrema difficoltà in fase di costruzione. Anche le giocate sugli esterni non trovano sbocchi efficaci. Così i siciliani, meritatamente, chiudono la prima frazione avanti nel punteggio. Riprende la sfida e il Foggia va subito vicino al pari con il trio dal limite di Deli (5’) deviato con difficoltà da Pisseri. E sulla ribattuta Gori sfiora il montante. I rossoneri agiscono adesso con maggior convinzione e costringono il Catania ancor più sulla difensiva. Il Catania fa leva sulla grande esperienza di Lodi e Biagianti, due gladiatori in mezzo al campo e sull’entusiasmo dei giovani, Rossetti in primis. Quest’ultimo, davvero molto interessante. Il possesso palla pende notevolmente a favore dei rossoneri ma alla notevole mole di gioco,  non corrispondono azioni di gioco incisive. Così pian piano le idee cominciano ad annebbiarsi. E pure le forze a venir meno. Ne approfitta il Catania per assestare il colpo dello 0-2 grazie alla precisione di Lodi (25’) su calcio di punizione dal limite ed alla indecisione di Bizzarri che piazza male la barriera e non vede partire la sfera. Il Foggia, finalmente, si scuote ed accorcia le distanze con Gori (28’) che schiaccia di testa imparabilmente alle spalle di Pisseri sul preciso cross di Zambelli. Poco dopo ci prova Kragl (30’) dalla lunga distanza e il tedesco sfiora il bersaglio grosso. Il Foggia adesso spera nel pari ma il Catania lo punisce ancora calando il tris. Anche nell’occasione la difesa del Foggia non è immune da evidenti errori. Infatti, Bucolo si beve mezza difesa e serve a  Rossetti (35’) la sfera da appoggiare in rete. Sotto di 2 gol e con pochi minuti a disposizione Carraro (37’) tenta di riaprire le sorti del match ma Pisserri fa ottima guardia e sventa il pericolo. E dopo 4’ dell’incerto Sig. Illuzzi, gli etnei festeggiano l’inaspettato ma meritato passaggio al terzo turno, col Verona.

Foggia - Catania 1-3

Marcatori: 13’ p.t.  Rossetti, 25’ s.t. Lodi, 28’ Gori, 35’ Rossetti.

oggia (3-5-2): Bizzarri 5.5; Tonucci 5.5, Camporese 5.5, Martinelli 5.5; Zambelli 6, Deli 5.5 (26’ s.t. Rubin 6), Ramè 5 (24’ s.t. Sicurella 6), Carraro 5.5, Kragl 5.5; Nicastro 5, Gori 6.5. A disp.: Noppert, Ranieri, Loiacono, Amabile, Cascione, Sarri. All.: Grassadonia 5.5.


Catania (3-4-1-2): Pisseri 6.5; Blondett 6, Marchese 6, Lovric 6; Barisic 6, Bucolo 6.5, Biagianti 7, Noce 6 (31’ s.t. Fornito s.v.); Lodi 7; Rossetti 7.5, Pozzebon 6.5 (40’ s.t. Caccetta s.v.). A disp.: Fabiani, Papaserio, Di Grazia, Graziano. All.: Sottil 6.5.

Arbitro: Loreno Illuzzi di Molfetta 5;
1´ Assistente: Alessandro Cipressa di Lecce 6;
2´ Assistente: Vito Mastrodonato di Molfetta 6;
Quarto Uomo: Alessandro Meleleo di Casarano.
 
Note: Terreno in buone condizioni. Spettatori  7.000 circa. Ammoniti: Deli (F), Blondett   (C). Angoli: 5-2 per il Foggia. Recuperi: 0’ -  4'

Facebook Twitter Google+
Autorizzazione del Tribunale di Foggia n.20 del 20 settembre 2006
Direttore Responsabile Samantha Berardino



Quotidiano di Video Informazione on-line. Direttore Responsabile: Samantha Berardino
Reg.Trib. di Foggia n.20 del 20 settembre 2006. Tutti i diritti sono riservati.
Direzione e Redazione: Via G.Garibaldi, 44 - 71028 Sant'Agata di Puglia (FG) Tel. +39 0881 984319 - +39 368 7216910
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni: Leonardo Capano redazione@santagatesinelmondo.it

Tutto il materiale presente in questo sito è strettamente riservato - è vietato l'utilizzo dei contenuti del sito senza l'autorizzazione dei gestori. Privacy Policy | Cookie Policy