Dall'Italia  Thu, 03 Dec 2020 21:47 Conte: «La mia compagna non ha preso l'auto di scorta. Non era lì per lei» - Conte: «La mia compagna non ha preso l'auto di scorta. Non era lì per lei» Il premier: «Attacchi personali, cose false e diffamatorie» - AGTW    Thu, 03 Dec 2020 21:44 Scuola, Conte: «Dal 7 ricomincia didattica in presenza per almeno 75 percento studenti» - Scuola, Conte: «Dal 7 ricomincia didattica in presenza per almeno 75 percento studenti» La conferenza stampa a Palazzo Chigi - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 03 Dec 2020 21:40 Conte: «Continueremo con la divisione dell'Italia in zone, il sistema ha funzionato» - Conte: «Continueremo con la divisione dell’Italia in zone, il sistema ha funzionato» La conferenza stampa a Palazzo Chigi - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 03 Dec 2020 21:26 Maltempo in Campania, a Sapri strade invase dal fango - Maltempo in Campania, a Sapri strade invase dal fango Maltempo in Campania, a Sapri strade come fiumi di fango - AGTW    Thu, 03 Dec 2020 21:05 Nuovo Dpcm, Salvini: «Diritto al Natale è sacro. Conte non separi gli italiani» - Nuovo Dpcm, Salvini: «Diritto al Natale è sacro. Conte non separi gli italiani» Il flash mob del centrodestra di fronte a Palazzo Chigi - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 03 Dec 2020 20:38 Coronavirus, Arcuri: «Un italiano su 36 è stato contagiato» - Coronavirus, Arcuri: «Un italiano su 36 è stato contagiato» - AGTW    Thu, 03 Dec 2020 20:17 Piste da sci, in Valsassina ci si prepara per la riapertura degli impianti il 7 gennaio - Piste da sci, in Valsassina ci si prepara per la riapertura degli impianti il 7 gennaio Il presidente dell'Anef: "Pronti per ripartire in sicurezza" - Ansa    Thu, 03 Dec 2020 18:55 Coronavirus, Zaia: «Insensato non distinguere tra metropoli e paesini» - Coronavirus, Zaia: «Insensato non distinguere tra metropoli e paesini» Lo afferma il governatore del Veneto durante il punto stampa quotidiano sull'emergenza Covid - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 03 Dec 2020 18:41 Fatture false per oltre 30 milioni di euro, undici arresti a La Spezia - Fatture false per oltre 30 milioni di euro, undici arresti a La Spezia L'operazione della Guardia di Finanza - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 03 Dec 2020 17:56 Covid, Arcuri: «Ad oggi nessun vaccino approvato, studi aziende incoraggianti» - Covid, Arcuri: «Ad oggi nessun vaccino approvato, studi aziende incoraggianti» Lo ha detto il commissario straordinario per l'emergenza davanti alle commissioni riunite Trasporti e Affari sociali - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 03 Dec 2020 17:46 Arcuri: «Nella seconda fase ci saranno 1.500 punti vaccino» - Arcuri: «Nella seconda fase ci saranno 1.500 punti vaccino» «Coinvolgeremo anche farmacie e pediatri», ha detto il Commissario all’emergenza Covid - AGTW    Thu, 03 Dec 2020 16:15 Patrimoniale, Fratoianni: «Se non ora quando? Nel mondo molti ricchi chiedono di essere tassati» - Patrimoniale, Fratoianni: «Se non ora quando? Nel mondo molti ricchi chiedono di essere tassati» «I soldi della manovra andrebbero vincolati a progetti sociali» - Ansa    Thu, 03 Dec 2020 15:52 Covid, Sileri: «Se in molti non vorranno vaccinarsi, introdurremo qualche forma di obbligatorietà» - Covid, Sileri: «Se in molti non vorranno vaccinarsi, introdurremo qualche forma di obbligatorietà» Le parole del viceministro alla Salute in un intervento a Radio Radio - Ansa    Thu, 03 Dec 2020 15:45 Gismondo: «Dimenticate Natale e Capodanno come li abbiamo vissuti finora» - Gismondo: «Dimenticate Natale e Capodanno come li abbiamo vissuti finora» Le parole della virologa a «Ogni Mattina» su TV8 - Corriere Tv    Thu, 03 Dec 2020 14:59 Campagna vaccini, Arcuri: «In Italia arriveranno più di 200milioni di dosi» - Campagna vaccini, Arcuri: «In Italia arriveranno più di 200milioni di dosi» Campagna vaccini, Arcuri: «In Italia arriveranno più di 200milioni di dosi» - AGTW    
Cultura, arte e musica
17/09/2017
POETI E SCRITTORI SANTAGATESI : FRANCESCO SOLDO di MaestroCastello
di MaestroCastello

La poesia come la pittura, ma direi l'arte in genere è un lampo che ti fulmina nella fitta foresta del vivere quotidiano e da una piccola radura filtra quel piccolo raggio di luce che ti fa scoprire potenzialità espressive e ti permette quel respiro di genialità che la gente chiama arte.

Il maestro elementare Ciccio Soldo, come lo chiamano affettuosamente a Sant'Agata, è poeta, scrittore e drammaturgo in vernacolo, con grande capacità comunicativa che gli deriva da educazione letteraria, sensibilità personale, dalla quarantennale professione di comunicatore. Dalle sue opere, di poesia o di prosa dialettale, traspare il grande amore per la sua Sant'Agata, di cui documenta in modo inappuntabile costumi e tradizioni; immortalando voci, colori e profumi con genialità poetica. L'insegnamento di questo artista che scrive nel nativo dialetto è chiaro: il dialetto è il legame profondo che ci tiene uniti al nostro passato, dove sono custoditi affetti e valori e va trasmesso, perché questo legame resista nel tempo.

Opere:

- "M'arrecorde " (libro di memorie).

- "Uomini e pietre" (libro di poesia, racconti e detti

Non disponendo di alcuna poesia del poeta, proponiamo questo gustoso racconto in dialetto, le note a margine sono d'aiuto per chi ha dimenticato termini e modi di dire. Se avete poesie dell'autore, fate cosa gradita se le postate.

"Nun se scorda cchiù".

Ra Tuppele Marine, ra Fundèna la fica, ra lu ponde re Sande Larienze, èra na pruggessione re crestiène e annemèle ca, matina e sera, ascennevene e nghianavene sia re statiha, ca re vierne e re primavèra.

Nuje uagliune, ra sopa a lu Ponde, ne verevene stù spettacule, chi accumpagnète e chi sule. Voce e rumore se mmescavene: Ticchi titichi tacche, ticchi titichi tacche. Uagnà! Uhè, stèje stracque! Aah, aah, aah, te l’aggia ije fè mangè, osce che te n’neja fatte, tanta èreva sott’a lu cerèse l’aviva fè rèse rèse. L’ome assettète sop’a la varda, la muglièra attacchèta a la cora, accussi puteva parlè cu la sòra. Ogne tande se fermèva pe fè na cicoria, nu fenucchierre o nu sevone ca subbete taglièva cu nu sferrone. Nzomma nu pòche la matina e nu pòche la sera, re sacche aveva renghie re la vandèra. Sop’a a lu ponde tutte se fermavane ascennevene pe chiacchiarijè e pe fè la spesa e li ciucce e li mule nghianavene schèle e scalerre e se fermavene nnanze a la chesa. Bonasera! Bonasera Mechè, eja furnùte a re Cesine? Ije crèje vèche andò Quartine. Uagnà bònasera òsce amme zappète la vigna e putète, me sènde re brazza spezzète. Bonasera Mechelandò, ramme nu chile re zurfe e nu chile re prèta turchina, ca quann’èja, l’aggia menè a la vigna mia e a quera re sòremacucina. Maste Gennà, m’è fatte la zappa? Vire se me puje allunghè sta sterrazza e crèmmatina che passe me la mette rind’a la vesazza. Maria, uagnà.... l’agge cu tè! Ueh Vecè, obònasera, che, qualche cosa? Vuleva na ciambèta re fòglia mmesca, Vecè, r’agge purtète, ma me r’ha cerchète prima Marietta re Scarde, quann’è crèjeassèra re tròve e pe nun me scurdè r’appenne a la varda. Tande crèmmatina aggia sci a Lime Muorte e rra so tutte cecorie, fenucchie e ruca r’uorte. Quanne vuje venì a Urscenite? Falù, famme furnì a quere re Torre e roppe vanghe a putè vigne e alivite. Bònasera Narducce! Bònasera, eja furnute la jurnèta? Osce agge zappete e tenghe nguorre ancora la surète. Siende Nardscalérreù, ramme lu dische re li sfatehete, ca musera me l’aggia sendì cu cumba Mechèle Pelecca, accussì me scazze pure doje amènnele secche. Narducce c’aveva furnute la scòrta, respunnije: Veramènte s’è puoste a fatihè e dische nun a putute fè. Saverie se ne scije tutte scunzulète, se mittije la zappa nguorre, penzanne a la nutizia ca Narducce l’aveva rete. Fèce la scruija! Mmiezz’a la chiazza,qualcuno cammenèva, mmiezza re stratera se vereva sule la luce re li lambiune e se sendeva l’addore r’uoglie e aglie fritte sopa a li maccarune. Se sende re chiure re pòrte e re ndravètte, la gende ròrme o pènza a la fatiha c’adda fe. Ije rumènghe sule sule, agge pèrse la cumbagnia. Lu penziere cammina angòra, l’uocchie se chiurene, nun ce la fanne cchiù, sende re sbatte sule lu còre.

dal libro M`Arrecorde... del Maestro Francesco Soldo

NOTE

Re statiha = d'estate

Se mmiscàvene = si mescolavano

Uagnà = ragazza, donna

Varda = sella

Cora = coda

Sferrone =

Vandèra = grembiale

Scalérre = scalette

sevone = tipo di verdura selvatica

Zurfe = zolfo

Prèta turchina = verderame

Quann'éja = quando sarà il momento

L'aggia menè = lo devo dare

Soremacucina = mia cugina

Sterrazza = arnese di ferro per pulire la zappa dal fango

L'agge cu té = ce l'ho con te

Ciambèta = manciata

Foglie ammesca = verdura di vario tipo

Vesazza= bisaccia

Falù = diminutivo di Raffaele

Scazze doje amènele = schiaccio un po' di mandorle

Féce la scruija = divenne buio

Facebook Twitter Google+
Autorizzazione del Tribunale di Foggia n.20 del 20 settembre 2006
Direttore Responsabile Samantha Berardino



Quotidiano di Video Informazione on-line. Direttore Responsabile: Samantha Berardino
Reg.Trib. di Foggia n.20 del 20 settembre 2006. Tutti i diritti sono riservati.
Direzione e Redazione: Via G.Garibaldi, 44 - 71028 Sant'Agata di Puglia (FG) Tel. +39 0881 984319 - +39 368 7216910
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni: Leonardo Capano redazione@santagatesinelmondo.it

Tutto il materiale presente in questo sito è strettamente riservato - è vietato l'utilizzo dei contenuti del sito senza l'autorizzazione dei gestori. Privacy Policy | Cookie Policy