Dall'Italia  Thu, 18 Apr 2019 22:48 Greta Thunberg in Italia: «Io e il Papa in lotta per il clima» - Greta Thunberg in Italia: «Io e il Papa in lotta per il clima» L’intervista alla giovane attivista svedese che ha incontrato il Pontefice: «La scuola non fa abbastanza per il clima» - Corriere Tv    Thu, 18 Apr 2019 21:43 Def, Tria: "Non ci saranno manovre correttive, rispetteremo quanto detto a commissione UE" - Def, Tria: "Non ci saranno manovre correttive, rispetteremo quanto detto a commissione UE" L'intervento del ministro dell'Economia alla Camera - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 18 Apr 2019 20:34 Sanità, Grillo: "Approvato dl speciale per la Calabria" - Sanità, Grillo: "Approvato dl speciale per la Calabria" La ministra dopo il CdM: "Risponde a una situazione emergenziale" - LaPresse    Thu, 18 Apr 2019 20:31 Siri indagato, Conte: «Gli parlerò e valuteremo» - Siri indagato, Conte: «Gli parlerò e valuteremo» Le parole del premier da Reggio Calabria al termine del Consiglio dei Ministri - LaPresse    Thu, 18 Apr 2019 17:08 Quando Armando Siri cantava (vincendo a Radio Uno) «Perdere l'amore» - Quando Armando Siri cantava (vincendo a Radio Uno) «Perdere l’amore» Due mesi fa l’esibizione sul palco di «Sanremo da Pecora» del sottosegretario indagato per corruzione - Corriere Tv    Thu, 18 Apr 2019 16:48 Siri indagato, divergenze nel Governo, Di Maio: "Si dimetta" Salvini: "Puo' restare" - Siri indagato, divergenze nel Governo, Di Maio: "Si dimetta" Salvini: "Puo' restare" Tensioni nella maggioranza - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 18 Apr 2019 15:38 Salvini: «Siri non deve dimettersi, il M5s ha difeso Raggi per due anni» - Salvini: «Siri non deve dimettersi, il M5s ha difeso Raggi per due anni» Le parole del Ministro dell’Interno - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 18 Apr 2019 15:35 Greta va all'attacco in Senato: «Ci guardate e non capite, badate solo a voi stessi» - Greta va all’attacco in Senato: «Ci guardate e non capite, badate solo a voi stessi» La giovane attivista svedese porta le sue idee a Palazzo Madama e dice: «È arrivato il tempo di cambiare» - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 18 Apr 2019 15:03 Umbria, Di Maio: «Il Pd ha usato la sanità come un bancomat» - Umbria, Di Maio: «Il Pd ha usato la sanità come un bancomat» Il ministro aggiunge: «Noi pronti sei mesi fa, ma non riusciamo a raggiungere accordo con la Lega» - LaPresse    Thu, 18 Apr 2019 14:40 Greta al Senato: «Ci avete mentito e ci avete rubato il futuro» - Greta al Senato: «Ci avete mentito e ci avete rubato il futuro» Le parole della giovane attivista svedese - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 18 Apr 2019 14:38 Iva, Di Maio: «Non aumenterà, spero Tria si sia frainteso» - Iva, Di Maio: «Non aumenterà, spero Tria si sia frainteso» Il ministro e vicepremier a margine dell'assemblea di Unioncamere - LaPresse    Thu, 18 Apr 2019 14:33 Sblocca Cantieri, Di Maio: «È pronto, oggi lo sigilliamo» - Sblocca Cantieri, Di Maio: «È pronto, oggi lo sigilliamo» Così il vicepremier Luigi Di Maio a margine dell'assemblea di Unioncamere - LaPresse    Thu, 18 Apr 2019 13:41 Mattia: «Spero di non dover andare via dall'Italia» - Mattia: «Spero di non dover andare via dall’Italia» Mattia ha madre ecuadoriana e il padre italiano. Il mondo nel sangue, eppure ha paura di dover emigrare, di dover lasciare il Piemonte, la terra. Sente parlare di crisi e l’unica cosa che vuole è non lasciare l’Italia, non essere costretto a farsi una vita lontano. - Corriere Tv    Thu, 18 Apr 2019 13:26 Di Maio: "Iva non aumentera', spero che Tria sia stato frainteso" - Di Maio: "Iva non aumentera', spero che Tria sia stato frainteso" Le parole del vice-premier - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 18 Apr 2019 13:25 Di Maio: "Siri? Se fatti sono questi si dimetta" - Di Maio: "Siri? Se fatti sono questi si dimetta" Le parole del vice-premier - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    
Artemisium News
31/10/2018
BOTTA E RISPOSTA TRA CITTADELLA E FOGGIA 1 - 1
Ancora una volta i rossoneri in vantaggio ma in pochi minuti subiscono la rimonta e finisce 1 - 1
di Lino Mongiello
 



di Lino Mongiello

Cittadella, 30 ottobre 2018.

Il Foggia conquista il secondo pareggio consecutivo sul campo del Cittadella (1-1). E come sabato nel derby, subisce la rimonta della squadra veneta dopo il vantaggio iniziale dell’ex Chiaretti. Anche stavolta sono tanti i rimpianti in casa rossonera. La trasferta di Cittadella non era delle più semplici anche perché piuttosto ostica. Da sempre. Eppure, senza entrare nel merito di una gara non bella, dove a farla da padrone l’ha fatta la stanchezza, il Foggia avrebbe potuto senz’altro portare a casa l’intera posta. Invece, deve ancora accontentarsi di un misero punto che lo tengono incollato in piena zona retrocessione. Come dicevamo, non si è assistito ad una bella gara. Sicuramente non è possibile giocare ad alti livelli a distanza di soli tre giorni. In questi casi non si può pretendere più di tanto dai calciatori, costretti a  veri tour de force. Che le squadre fossero a corto di fiato si è notato tantissimo e, comunque, sotto questo aspetto il Foggia ha prevalso, dimostrandosi superiore ai veneti dal punto di vista della freschezza atletica. Peccato solo per il risultato. Con maggiore accortezza si poteva brindare ad un altro successo esterno. Probabilmente il pareggio interno col Lecce e l’immediatezza del match con il Cittadella ha indotto Mister Grassadonia a rivoluzionare l’undici iniziale. Ben cinque le novità. L’unico reparto confermato in toto è quello difensivo. Tra i cinque di centrocampo gli unici “superstiti” sono Agnelli e Kragl ai quali si aggiungono Cicerelli, Rizzo e Busellato. In attacco l’inedita coppia Chiaretti-Gori. Il “nuovo” Foggia, supportato anche in questa lunga trasferta da un migliaio di fedelissimi, si fa notare per la buona disposizione in campo e per la predisposizione al sacrificio. L’undici è compatto e regge abbastanza bene il confronto con la quinta forza del campionato. Anzi, è il Foggia a rendersi inizialmente  pericoloso con un colpo di testa di Ranieri (8’) sul preciso sul cross di Kragl. Qualche minuto più tardi (17’) i rossoneri reclamano, inutilmente, la concessione di un calcio di rigore per una vistosa trattenuta ai danni del sempre presente Ranieri. E, al terzo tentativo, il Foggia va in rete. Kragl serve Chiaretti ed è proprio il fantasista (21’) ex Cittadella, a beffare Paleari  con un gran tiro che s’infila all’incrocio. Davvero un bel gol. Il gol del vantaggio potrebbe cambiare volto al match ma il Cittadella reagisce quasi immediatamente e gli bastano 8’ per spegnere l’entusiasmo degli ospiti. Infatti, sulla battuta del corner, Panico interviene di testa. Bizzarri  respinge d’istinto e lo stesso Panico, nel calciare a rete trova Iori (29’) sulla traiettoria a deviare in porta, di ginocchio. Sull’1-1 la gara scende di tono e le due squadre si risparmiano. Due sole le conclusioni interessanti: una per parte. Strizzolo (31’) di testa non inquadra la porta. E Gori (43’), servito da Chiaretti, calcia altissimo. Alla ripresa delle ostilità, il Foggia appare più concentrato e deciso a portare a casa i tre punti. I rossoneri si piazzano nella metà campo del Cittadella e si mettono in evidenza con trame di gioco apprezzabili, tutte di prima. Manca, purtroppo il passaggio decisivo e l’acuto del gol. Gori (12’) dal limite dell’area impegna seriamente Paleari. Ben presto però, come già avvenuto nella prima frazione, affiora la stanchezza in campo. Le due squadre non riescono ad esprimersi come vorrebbero. I due allenatori inseriscono forze fresche ma a livello tattico e di gioco cambia poco o niente. Si fa più intraprendente il Cittadella nell’ultimo quarto d’ora e prova, a sorprendere i pugliesi, con un gran tiro di Branca (32’) ma Bizzarri para con sicurezza. Negli ultimi minuti la gara s’infiamma. Rizzo (43’) rimedia il secondo giallo e lascia i suoi in dieci uomini. Il Foggia prova a far suo il match approfittando della superiorità numerica ma è troppo tardi. L’occasione buona è per la testa del neo entrato Iemmello (43’) ma la girata è troppo centrale e Paleari scaccia via il pericolo. Dopo 3’ di recupero il Sig. Massimi decreta la fine delle ostilità e finisce 1-1. Per l’ennesima volta con tanti rimpianti.

CITTADELLA – FOGGIA 1-1

Marcatori:  21’ pt Chiaretti. 29’ Iori.

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari 6; Cancellotti 6, Camigliano 6, Frare 6, Rizzo 5.5; Settembrini 5.5, Iori 6.5, Siega 5.5; Schenetti 5.5 (19’ st Branca 6); Strizzolo 5.5 (38’ st Finotto sv), Panico 6 (38’ st Scappini sv). In panchina: Maniero, Benedetti, Malcore, Drudi, Proia, Ghiringhelli, Maniero, Bussaglia,. Allenatore: Venturato 6.

FOGGIA (3-5-2): Bizzarri 6; Tonucci 6, Martinelli 6, Ranieri 6.5; Cicerelli 6.5, Busellato 6, Rizzo 6 (23’ st Deli 5.5), Agnelli 6, Kragl 6; Chiaretti 6.5 (34’ st Galano sv), Gori 6 (41’ st Iemmello sv). In panchina: Noppert, Loiacono, Carraro, Zambelli, Mazzeo, Gerbo, Boldor, Ramè, Camporese.  Allenatore: Grassadonia 6.

Arbitro: Luca Massimi di Termoli 6;
1´ Assistente: Davide Imperiale di Genova 6;
2´ Assistente: Daniele Marchi di Bologna 6;
Quarto Uomo: Eugenio Abbattista di Molfetta. 
 
Note: Terreno in buone condizioni. Spettatori 3.000 (un migliaio gli ospiti). Ammoniti: Rizzo, Siega, Settembrini      (C), Kragl    (F). Espulso Rizzo del Cittadella al 43’ st. Angoli: 5-5. Recuperi: 0’ - 3'.

Nella foto, fuori quadro, il gol di Chiaretti

 

Facebook Twitter Google+
Autorizzazione del Tribunale di Foggia n.20 del 20 settembre 2006
Direttore Responsabile Samantha Berardino



Quotidiano di Video Informazione on-line. Direttore Responsabile: Samantha Berardino
Reg.Trib. di Foggia n.20 del 20 settembre 2006. Tutti i diritti sono riservati.
Direzione e Redazione: Via G.Garibaldi, 44 - 71028 Sant'Agata di Puglia (FG) Tel. +39 0881 984319 - +39 368 7216910
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni: Leonardo Capano redazione@santagatesinelmondo.it

Tutto il materiale presente in questo sito è strettamente riservato - è vietato l'utilizzo dei contenuti del sito senza l'autorizzazione dei gestori. Privacy Policy | Cookie Policy