Dall'Italia  Tue, 19 Jun 2018 15:21 Il salvataggio di tre gattini intrappolati nei tubi di scarico - Il salvataggio di tre gattini intrappolati nei tubi di scarico Bussolengo, provincia di Verona: il delicato intervento dei vigili del fuoco per mettere in sicurezza i cuccioli rimasti bloccati nelle tubature - Corriere TV    Tue, 19 Jun 2018 15:02 Ue, Salvini: "Con Orban lavoreremo per cambiare le regole" - Ue, Salvini: "Con Orban lavoreremo per cambiare le regole" Il ministro degli Interni a Fiumicino: "Farò di tutto per dare speranza nel loro paese ai disperati che muoiono nel Mar Mediterraneo" - LaPresse    Tue, 19 Jun 2018 14:26 Dodici persone isolate da una frana in Calabria, salvate dai vigili del fuoco - Dodici persone isolate da una frana in Calabria, salvate dai vigili del fuoco Le operazioni dei Vigili del Fuoco - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Tue, 19 Jun 2018 12:23 Cannabis legale: è boom di coltivazioni e vendita - Cannabis legale: è boom di coltivazioni e vendita Alle porte di Milano un’azienda con 7mila metri quadri di terreno e 2mila piante - LaPresse    Tue, 19 Jun 2018 09:13 Nilde Iotti e quella pistola nel cassetto: la storia dell'arma che 70 anni fa sparò a Palmiro Togliatti - Nilde Iotti e quella pistola nel cassetto: la storia dell’arma che 70 anni fa sparò a Palmiro Togliatti Per la prima volta mostriamo l'arma che 70 anni fa sparò a Palmiro Togliatti, oggi custodita dalla Fondazione Berlinguer. La professoressa Marisa Malagoli Togliatti racconta l’attentato organizzato da Antonio Pallante - CorriereTV    Tue, 19 Jun 2018 03:15 Immigrazione, Conte: "Servono soluzioni Ue o finisce Schengen" - Immigrazione, Conte: "Servono soluzioni Ue o finisce Schengen" Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa con la cancelliera tedesca Angela Merkel - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Tue, 19 Jun 2018 00:06 Stadio Roma, Bonafede: «Lanzalone lo ha scelto la Raggi» - Stadio Roma, Bonafede: «Lanzalone lo ha scelto la Raggi» Il ministro della Giustizia ospite di Otto e mezzo su La7 - LaPresse    Mon, 18 Jun 2018 23:35 Immigrazione, Galliani si complimenta con Salvini: «Si sta comportando molto bene» - Immigrazione, Galliani si complimenta con Salvini: «Si sta comportando molto bene» Il senatore commenta le scelte del Ministro dell'Interno - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 18 Jun 2018 23:34 Migranti, Merkel: «Serve dare solidarietà all'Italia» - Migranti, Merkel: «Serve dare solidarietà all'Italia» Il summit in Germania - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 18 Jun 2018 23:32 Di Maio: «Contento delle parole della Merkel sul reddito di inclusione» - Di Maio: «Contento delle parole della Merkel sul reddito di inclusione» Il vicepremier ha parlato in conferenza stampa al Mise - LaPresse    Mon, 18 Jun 2018 23:21 Migranti, Gentiloni: «Un Paese che usa linguaggio offensivo è un Paese in cerca di guai» - Migranti, Gentiloni: «Un Paese che usa linguaggio offensivo è un Paese in cerca di guai» L'ex premier al convegno: «La diplomazia culturale» - LaPresse    Mon, 18 Jun 2018 22:58 Censimento rom, Mentana mostra la schedatura della razza ebraica: «In Italia 80 anni fa cominciammo così» - Censimento rom, Mentana mostra la schedatura della razza ebraica: «In Italia 80 anni fa cominciammo così» «80 anni fa cominciammo così» - LaPresse    Mon, 18 Jun 2018 22:49 Salvini annuncia censimento dei rom: «Quelli italiani ce li dobbiamo tenere» - Salvini annuncia censimento dei rom: «Quelli italiani ce li dobbiamo tenere» Così il ministro dell'Interno durante un'intervista - LaPresse    Mon, 18 Jun 2018 22:45 Gentiloni: «Con linguaggio aggressivo Paese cerca guai» - Gentiloni: «Con linguaggio aggressivo Paese cerca guai» L'ex premier alla presentazione del libro di Rutelli - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 18 Jun 2018 22:44 Migranti, Gentiloni: «Bisogna usare parole degne di un paese come l'Italia» - Migranti, Gentiloni: «Bisogna usare parole degne di un paese come l'Italia» L'ex premier alla presentazione del libro di Rutelli - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    
Artemisium News
27/02/2018
QUELLA ESTATE DEL ’43 : LAMPI DI VITA VISSUTA DA ALFONSO DE CAPRARIS
di Alfonso De Capraris

. ....O M I S S I S…..
LA CIUCCIARÈRRA E LU HATTARIÉRRE.
Noi a Sant’Agata, oltre alla casa, avevamo anche una campagna altrettanto bella, in contrada La Liscia, a meno di due chilometri dal paese, in quanto mio padre, molto amante della natura, non disdegnava di fare, durante il weekend, pure il Cincinnato, e, nello stesso tempo, resperè l’aria pajesèna.
Naturalmente campagna significa anche animali, che hanno recitato una parte molto divertente durante il mio soggiorno sandahatése, cùme a quéra vòlda ca attàneme, pure pe nge fè sciuchè, èreme quatte frète, accattèje na ciucciarèrra, pìccela e servezziévele, ca re ddòje sòre mìje, Giuseppina ed Enza, nu bèlle pòche cchiù hròsse re me, battezzàrne cu lu nnòme re “Nerina”, per via del suo manto notevolmente scuro.
Pe nnùje, specijalmènde pe mmé ca ère lu cchiù pìccele, ère nu devertemènde nghianè sópa a la hròppa, cùme se póte veré nd’à la futuhrafìja ca fuje fatta a lu 19 re settèmbre re lu 1942, ca ère lu juórne re Sand Jennère, onomastico di mio padre, da noi tutti felicemente trascorso a Sant’Agata, con mia sorella Giuseppina ca terèva la capézza, cose che, per chi arrivava dalla città, costituivano una novità assoluta, ca naturalmènde rrà se la putéva sule sunnè.
A Sand’Àheta, nvéce, rinde chèsa tenéveme nu hàtte, ca tata avìje rijalète a Ppalìne, ra andó lu purtèje ca ère angòra pìccele nd’à nu sacchètte cu nu vùcchele nnànde, ra andó asséva na capuzzèrra cu duje uócchie furbe e maleziùse, ca ggià te facévene accapì cu chi róppe avarrìsse avùte avé a che fè, tande revendèje scaltre e malandrìne quanne crescìje.
Pure lu nnòme re lu hattariérre fùje òpera re sòrema Enza, ca penzèje re nnumenàrle “Bigétto”, pecché ère re culóre jànghe e hrìgge; veramènde ère nu bèlle hattóne màscule, ca però tenéva pure lu defètte re èsse nu marijungiérre re la fòrza re ciénde cavàrre, tande ca sùbbete revendèje lu terróre re li vecìne re chèsa, pecché scéva sulamènde arrubbànne.
Nun me pòzze mèje scurdà la stòria re lu pésce, ca quéra ca abbetèva a lu quàrte nuóstre Marijannìna Azzarito, ca tenéva nu nehuziètte andó vennéva li gènere alimentari, cùme a lu baccalà e li famùse felatiélle sfuse arravugliète nd’à la carta re culóre azzùrre, e ca ère famósa pecché, indaffaratissima, scéva sèmbe recènne: “nu ndènghe manghe lu tiémbe pe ra(s)scàrmi nghèpe”, na vòlda riuscìje a pprucuràrse; cùme facìje, pò, nu ru ssàcce, dal momento che ci trovavamo in piena guerra e per di più a Sant’Agata di Puglia, dove il pesce costituiva una chimera.
Sta di fatto che stu pésce sparìje ra la chèsa re quéra poverèrra, ca, resperèta, nu nze réva pèce, e cu re mmène nd’à li capìrre, scéva scummattènne ra qqua e ra rrà, e recènne: “uh, Gésucriste mìje, e cché éja succiésse? Cùme éja pussìbbele, mò stéva qqua, e mò nu ng’éja cchiù, éja scumbàrse”, nu nze capacetèva re cóme sta còsa ère putùta capetè, visto che il pesce era ben custodito, e chi ère stète a cumbenè stu sòrte re huajóne: la perdita di un bene prezioso!
Noi, che da casa nostra sentivamo tutto, invece, sapevamo benissimo chi era stato a perpetrare quella rapina, non fosse altro che pe lu hrànne fiéte ca se sendéva pe tutta la chèsa, andó quiru hrànne figlie re bbòna mamma s’ère annascùse, pe ggì a sstrafucàrse cìtte cìtte sótte a nu liétte la pórpa e lassè a nùje la spina, però, devo dire che poi, tutto sommato, la cosa nge facìje fè na resèta; d’altronde fa parte proprio della natura umana il dover ridere delle disgrazie altrui, tanto che, come si dice, quànne une càre, n’àlde une rìre.
Una sua prerogativa era quella di fregare li rugnùne re lu puórche a mamma, ca le piacévene nu mùnne, ma, pòvera mamma, appéna l’accattèva, nun facéva a ttiémbe a ggìrle a annascónne, ben sapendo che in casa si aggirava un male intenzionato, che detto fatto cóme pe mmaggìja, li rugnùne èrene sparìte.
Una volta la fece davvero grossa: a la vìja re sótte re chèsa, in vico Forno Bastione, nuje tenéveme pure nu suttène, andó nge crescéveme qualche harrìna pe avé r’ova fre(s)sche, alimento molto nutriente ed anche disponibile da parte di tutti, e qualche cuccetièrre, e accussì nu juórne quire sòrte re delenguènde, nvéce re ngappè li sùrge, scannèje na cùccia re quatte chile e mmiézze, però róppe ru ssapìje ìrre che s’abbu(s)schèje.
Ije, nvéce, nunn’ère patróne re tené nu passariérre nd’à la caggiòla, ca quìru piézze re fetènde me nge facéva truuvè sulamènde re ppénne, come riuscisse, poi, in queste imprese eroiche quire hrande mostre, rimase sempre un mistero; nzómma, ère nu vère felabbustiére.
Facebook Twitter Google+
Autorizzazione del Tribunale di Foggia n.20 del 20 settembre 2006
Direttore Responsabile Samantha Berardino



Quotidiano di Video Informazione on-line. Direttore Responsabile: Samantha Berardino
Reg.Trib. di Foggia n.20 del 20 settembre 2006. Tutti i diritti sono riservati.
Direzione e Redazione: Via G.Garibaldi, 44 - 71028 Sant'Agata di Puglia (FG) Tel. +39 0881 984319 - +39 368 7216910
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni: Leonardo Capano redazione@santagatesinelmondo.it

Tutto il materiale presente in questo sito è strettamente riservato - è vietato l'utilizzo dei contenuti del sito senza l'autorizzazione dei gestori. Privacy Policy | Cookie Policy