Dall'Italia  Tue, 19 Jun 2018 15:21 Il salvataggio di tre gattini intrappolati nei tubi di scarico - Il salvataggio di tre gattini intrappolati nei tubi di scarico Bussolengo, provincia di Verona: il delicato intervento dei vigili del fuoco per mettere in sicurezza i cuccioli rimasti bloccati nelle tubature - Corriere TV    Tue, 19 Jun 2018 15:02 Ue, Salvini: "Con Orban lavoreremo per cambiare le regole" - Ue, Salvini: "Con Orban lavoreremo per cambiare le regole" Il ministro degli Interni a Fiumicino: "Farò di tutto per dare speranza nel loro paese ai disperati che muoiono nel Mar Mediterraneo" - LaPresse    Tue, 19 Jun 2018 14:26 Dodici persone isolate da una frana in Calabria, salvate dai vigili del fuoco - Dodici persone isolate da una frana in Calabria, salvate dai vigili del fuoco Le operazioni dei Vigili del Fuoco - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Tue, 19 Jun 2018 12:23 Cannabis legale: è boom di coltivazioni e vendita - Cannabis legale: è boom di coltivazioni e vendita Alle porte di Milano un’azienda con 7mila metri quadri di terreno e 2mila piante - LaPresse    Tue, 19 Jun 2018 09:13 Nilde Iotti e quella pistola nel cassetto: la storia dell'arma che 70 anni fa sparò a Palmiro Togliatti - Nilde Iotti e quella pistola nel cassetto: la storia dell’arma che 70 anni fa sparò a Palmiro Togliatti Per la prima volta mostriamo l'arma che 70 anni fa sparò a Palmiro Togliatti, oggi custodita dalla Fondazione Berlinguer. La professoressa Marisa Malagoli Togliatti racconta l’attentato organizzato da Antonio Pallante - CorriereTV    Tue, 19 Jun 2018 03:15 Immigrazione, Conte: "Servono soluzioni Ue o finisce Schengen" - Immigrazione, Conte: "Servono soluzioni Ue o finisce Schengen" Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa con la cancelliera tedesca Angela Merkel - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Tue, 19 Jun 2018 00:06 Stadio Roma, Bonafede: «Lanzalone lo ha scelto la Raggi» - Stadio Roma, Bonafede: «Lanzalone lo ha scelto la Raggi» Il ministro della Giustizia ospite di Otto e mezzo su La7 - LaPresse    Mon, 18 Jun 2018 23:35 Immigrazione, Galliani si complimenta con Salvini: «Si sta comportando molto bene» - Immigrazione, Galliani si complimenta con Salvini: «Si sta comportando molto bene» Il senatore commenta le scelte del Ministro dell'Interno - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 18 Jun 2018 23:34 Migranti, Merkel: «Serve dare solidarietà all'Italia» - Migranti, Merkel: «Serve dare solidarietà all'Italia» Il summit in Germania - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 18 Jun 2018 23:32 Di Maio: «Contento delle parole della Merkel sul reddito di inclusione» - Di Maio: «Contento delle parole della Merkel sul reddito di inclusione» Il vicepremier ha parlato in conferenza stampa al Mise - LaPresse    Mon, 18 Jun 2018 23:21 Migranti, Gentiloni: «Un Paese che usa linguaggio offensivo è un Paese in cerca di guai» - Migranti, Gentiloni: «Un Paese che usa linguaggio offensivo è un Paese in cerca di guai» L'ex premier al convegno: «La diplomazia culturale» - LaPresse    Mon, 18 Jun 2018 22:58 Censimento rom, Mentana mostra la schedatura della razza ebraica: «In Italia 80 anni fa cominciammo così» - Censimento rom, Mentana mostra la schedatura della razza ebraica: «In Italia 80 anni fa cominciammo così» «80 anni fa cominciammo così» - LaPresse    Mon, 18 Jun 2018 22:49 Salvini annuncia censimento dei rom: «Quelli italiani ce li dobbiamo tenere» - Salvini annuncia censimento dei rom: «Quelli italiani ce li dobbiamo tenere» Così il ministro dell'Interno durante un'intervista - LaPresse    Mon, 18 Jun 2018 22:45 Gentiloni: «Con linguaggio aggressivo Paese cerca guai» - Gentiloni: «Con linguaggio aggressivo Paese cerca guai» L'ex premier alla presentazione del libro di Rutelli - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Mon, 18 Jun 2018 22:44 Migranti, Gentiloni: «Bisogna usare parole degne di un paese come l'Italia» - Migranti, Gentiloni: «Bisogna usare parole degne di un paese come l'Italia» L'ex premier alla presentazione del libro di Rutelli - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    
Artemisium News
03/12/2017
FOGGIA ALTRO KO INTERNO COL CITTADELLA: 1-3
Crollano i rossoneri sotto i colpi dei veneti e tornano nella zona che scotta. Squadra contestata
di Lino Mongiello

Foggia, 2 dicembre 2017.

Non c’è proprio feeling tra il Foggia e lo Zaccheria. La compagine rossonera inciampa per la quarta volta sul terreno amico e rivede molto da vicino la zona playout. Il Cittadella, capitanato da Mister Venturato, si limita all’essenziale e, con un secco ed inequivocabile 1-3, si proietta inzona playoff, gettando nello sconforto i circa ottomila fedelissimi che hanno affollato gli spalti del rinnovato impianto rossonero. Non c’è nulla da obiettare sul risultato finale. Gli ospiti hanno ampiamente meritato e, come al solito, il Foggia deve prendersela con se stesso. Le numerose assenze o la sfortuna c’entrano fino ad un certo punto. Se sullo 0-0 divori due grosse occasioni da rete e, dopo lo svantaggio, hai la fortuna di rimediare  con un calcio di rigore, non ti puoi immediatamente deconcentrare e subire ancora il gol del sorpasso. Anche perché l’inconsistenza in chiave offensiva è risultata evidente e coincidente con l’assenza di bomber Mazzeo. E quindi, se si fosse continuato a giocare per altri due giorni, difficilmente il Foggia sarebbe andato in gol. Occorre perciò (e non a chiacchiere) fare sul serio. Non si può sbagliare più. Il Foggia non sarà la squadra che deve vincere il campionato ma neppure quella che viene beffata in maniera così evidente davanti ai propri tifosi. Sveglia ragazzi. Sveglia Mister Stroppa. Così non può continuare. Altrimenti l’ottimo lavoro svolto nella scorsa stagione che ha visto la squadra trionfare e tornare dopo quasi venti anni nella cadetteria, rischia di essere subito vanificato. Passando alla gara, per Mister Stroppa le scelte nell’undici da opporre al Cittadella sono obbligate. Tra infortuni e squalifiche sono solo 19 i giocatori in lista. E in panchina non tutti sono in condizioni fisiche ottimali.  Soprattutto la difesa è in piena emergenza. Davanti al baby Tarolli, ci sono Loiacono e Martinelli. Sulle fasce Gerbo a destra e Celli a sinistra. Solo il centrocampo non subisce rivoluzioni. Capitan Agnelli, Vacca ed Agazzi compongono il trio nella zona centrale del campo. L’attacco è affidato a Beretta, Calderini e Fedato. Il Foggia ha voglia di riscattare la sconfitta nel derby e cerca di costruire azioni che possano impensierire la difesa veneta. Il primo a tentare la via della rete è capitan Agnelli (12’) con un tiro dalla distanza. Poi Calderini crossa per Beretta e l’attaccante rossonero (17’), da buona posizione, aggancia la sfera ma la gira troppo larga. La grandissima occasione per il Foggia è ancora per Beretta. Il lunghissimo lancio di Celli è millimetrico per Beretta (26’) che supera il diretto avversario ed anticipa Alfonso in uscita, ma il suo tiro termina di poco fuori bersaglio.  Gol sbagliato gol subito. La dura legge del calcio colpisce ancora. E, inaspettatamente, passa il Cittadella. Un secondo tiro dal limite, senza pretese di Schenetti (29’), viene deviato da Loiacono alle spalle di Tarolli.  La reazione del Foggia non è immediata. I rossoneri cercano di portarsi in zona d’attacco hanno notevoli difficoltà. Beretta s’impegna. Corre di qua e di là ma non ha il peso specifico e l’esperienza di Mazzeo. Il Foggia quindi non punge ma la possibilità di agguantare il pari giunge al 36’. Con un calcio di rigore. Su un calcio di punizione  di Agnelli indirizzato in area del Cittadella  c’è il tocco di mani di Schenetti. Il direttore di gara ha prima un attimo di esitazione ma poi, su segnalazione dell’assistente, assegna la massima punizione ed ammonisce Schenetti. Dal dischetto, lo stesso capitan Agnelli (38’) trasforma con freddezza e precisione. Non c’è il tempo di gioire che il Cittadella si riporta in vantaggio. Litteri  (39’) prima impegna Tarolli alla respinta e poi subito realizza il gol dell’1-2. La sua deviazione di testa sul cross di Benedetti manda la sfera ad incocciare contro il palo interno prima di terminare in rete. Il Cittadella  si riporta così in vantaggio e prima della fine dei primi 45’, si rende ancora pericoloso con Schenetti (44’) ma Tarolli fa buona guardia.  In avvio di ripresa il Foggia si fa vivo dalle parti di Alfonso con Calderini (4’), la cui  girata a rete, è deviata da un difensore, ma la palla sbatte contro la traversa e ritorna in campo. Subito dopo, Loiacono (6’) ci prova, senza esito, dal limite dell’area.  Il Foggia non riesce a trovare i varchi giusti per impensierire il Cittadella che, invece, ne approfitta, con una veloce ripartenza, per realizzare il terzo gol. Il “corridoio” ampio a disposizione di Chiaretti  consente di servire l’assist per Kouame (16’) e il tiro di quest’ultimo è imprendibile per Tarolli. Sotto di due gol Stroppa inserisce Floriano e Chiricò per gli inconcludenti Calderini e Fedato. Ma cambia poco o nulla. Anzi, il Cittadella con Litteri (21’) potrebbe fare il poker ma Martinelli salva in extremis. I minuti scorrono inesorabilmente e Agazzi (25’) impegna Alfonso. E Beretta (33’) non riesce a piazzare la zampata giusta. Non è giornata per il Foggia. La quarta sconfitta interna è realtà e parte la contestazione dei tifosi. La B è in pericolo e i tifosi non ci stanno a perderla.
 

FOGGIA – CITTADELLA  1 - 3

Marcatori: 29’ p.t.  Schenetti, 38’ Agnelli (rig.), 39’ Litteri, 16’ s.t. Kouame.

FOGGIA: Tarolli 6, Gerbo 5.5,  Celli 5.5, Vacca 5.5, Martinelli 6, Loiacono 6, Calderini 5 (17’ s.t. Floriano 5.5), Agazzi 6, Beretta 5.5, Agnelli 6, Fedato 5 (17’ s.t. Chiricò 5.5). A disposizione: Sarri, Sanchez, Lodesani, Rubin,  Fedele, Camporese. All. Stroppa 5.

CITTADELLA: Alfonso 6, Salvi 6.5, Benedetti 6 (20’ s.t. Pelagatti 6), Varnier 6, Scaglia 6, Iori 6, Schenetti 7, Litteri 6.5, Kouame 6.5, Chiaretti 6.5 (26’ s.t. Settembrini 6), Pasa 6 (35’ s.t. Bartolomei s.v.). A disposizione: Paleari, Lora, Caccin, Arrighini, Adorni, Fasolo. All. Venturato 7. 

Arbitro: Daniele Minelli di Varese 6.5;
1° ass.: Oreste Muto di Torre Annunziata 5;
2° ass.: Alessandro Cipressa di Lecce 6.5;
4° uff.: Mario Cascone di Nocera Inferiore.

Cielo nuvoloso con leggera pioggia. Spettatori 8.000 circa (nove i tifosi ospiti al seguito). Ammoniti:  Litteri , Varnier  (C),  Gerbo  (F). Angoli: 7  - 6  per il Foggia. Recuperi:  2' - 3'.

Nella foto il gol fallito da Beretta


 

Facebook Twitter Google+
Autorizzazione del Tribunale di Foggia n.20 del 20 settembre 2006
Direttore Responsabile Samantha Berardino



Quotidiano di Video Informazione on-line. Direttore Responsabile: Samantha Berardino
Reg.Trib. di Foggia n.20 del 20 settembre 2006. Tutti i diritti sono riservati.
Direzione e Redazione: Via G.Garibaldi, 44 - 71028 Sant'Agata di Puglia (FG) Tel. +39 0881 984319 - +39 368 7216910
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni: Leonardo Capano redazione@santagatesinelmondo.it

Tutto il materiale presente in questo sito è strettamente riservato - è vietato l'utilizzo dei contenuti del sito senza l'autorizzazione dei gestori. Privacy Policy | Cookie Policy