Dall'Italia  Thu, 29 Jun 2017 16:47 Migranti, Juncker: Italia eroica, faremo ogni sforzo per aiutarla - Migranti, Juncker: Italia eroica, faremo ogni sforzo per aiutarla Il vertice preparatorio del G20 - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 29 Jun 2017 16:01 Ddl Concorrenza, via libera alla Camera. - Ddl Concorrenza, via libera alla Camera. L'esito in aula a Montecitorio - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 29 Jun 2017 15:17 Prodi riceve bicchiere d'acqua durante intervento e scherza: ''Sono in punto di morte?'' - Prodi riceve bicchiere d'acqua durante intervento e scherza: ''Sono in punto di morte?'' L'ex premier interviene al Congresso Cisl - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 29 Jun 2017 15:06 Nadia: «Non l'ho costretto a sposarmi», Giovanni: «Fatti un esame di coscienza» - Nadia: «Non l’ho costretto a sposarmi», Giovanni: «Fatti un esame di coscienza» La storia più chiacchierata degli ultimi giorni, riassunta in un faccia a faccia «virtuale» tra i due ex promessi sposi - CorriereTV    Wed, 28 Jun 2017 21:48 Consip, De Magistris su Woodcock: «L'accusatore diventa accusato se fai inchieste scomode» - Consip, De Magistris su Woodcock: «L’accusatore diventa accusato se fai inchieste scomode» Il sindaco di Napoli dopo la notizia che il pm Woodcock è indagato - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Wed, 28 Jun 2017 20:25 Venafro, l'infermiera arrestata per l'assassinio di un anziano filmata mentre compra soda caustica usata per l'omicidio - Venafro, l’infermiera arrestata per l’assassinio di un anziano filmata mentre compra soda caustica usata per l’omicidio Il video di una telecamera di sorveglianza - Corriere TV    Wed, 28 Jun 2017 19:49 Migranti, l'arrivo a Pozzallo - Migranti, l’arrivo a Pozzallo Oltre 600 gli stranieri salvati dalla Guardia Costiera - LaPresse    Wed, 28 Jun 2017 19:12 La sposa abbandonata sull'altare, parla il fidanzato: «Ha detto bugie, resterà sola tutta la vita» - È ormai guerra fra Giovanni, sposo in fuga, e Nadia, che pur abbandonata il giorno del matrimonio ha voluto comunque («perché non è morto nessuno e la vita va avanti») fare il ricevimento nuziale. Per ora parole, in un futuro prossimo vie giudiziarie. Giovanni Delogu vuol dire la sua: «A Nadia interessava soltanto che mettessi la firma per sposarla». E conclude: «Ripensarci? Lo escludo. E lei resterà sempre sola». La versione di Giovanni Bersagliato dalle critiche sul web («Si fa in fretta a commentare. Ma non sanno quello che ho fatto per lei e che cosa lei non ha fatto per me»), per niente pentito di aver atteso proprio il giorno del matrimonio per pronunciare un «no» netto e irrevocabile, il giovanissimo militare ha spiegato a Mavi Dettoto a Radio Internazionale Costa Smeralda: «Già venerdì, il giorno prima, le avevo anticipato che non potevo essere in chiesa per questioni di turno e perché stavo male. Ma Nadia invece di chiedermi di rinviare, subito mi ha attaccato e mi ha detto che voleva i danni morali». L’esame di coscienza Ma perché si è negato il giorno del matrimonio e non prima? «Perché proprio il giorno del matrimonio sono stato informato che lei non era la persona che io potevo sposare. Per vari motivi. Mi ha detto: facciamo così, vieni, ti sposi alle 11 e poi torni a lavorare. E quindi lei avrebbe fatto il banchetto di nozze senza di me…». La decisione di portare comunque gli invitati al ricevimento non è andata giù a Giovanni: «Se lo ha fatto vuol dire che non stava soffrendo, che di me non gliene fregava proprio niente. La mia famiglia era contraria, ha saputo che mi sposavo solo due settimane prima, e da altre persone. Lei ha fatto di tutto per tenerlo nascosto, mi ha convinto di non dire niente. Doveva essere più sincera con me: che si faccia un esame di coscienza. A lei interessava solo la firma per sposarla».Nadia, la sposa abbandonata all’altare in Sardegna    Wed, 28 Jun 2017 19:06 Bimba sul cornicione del palazzo a Trieste: il papà l'afferra prima che cada nel vuoto - Bimba sul cornicione del palazzo a Trieste: il papà l'afferra prima che cada nel vuoto Sfugge al controllo dei genitori una bimba di pochi anni a San Giacomo - ReteQuattro - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Wed, 28 Jun 2017 13:53 Affare Woodcock, Travaglio difende Sciarelli: «Tutto un grosso equivoco» - Affare Woodcock, Travaglio difende Sciarelli: «Tutto un grosso equivoco» Il direttore del Fatto Quotidiano a «otto e mezzo» - LaPresse    Wed, 28 Jun 2017 13:25 Usa, Trump alla giornalista: «Hai un bel sorriso». E interrompe la telefonata con il premier irlandese - Usa, Trump alla giornalista: «Hai un bel sorriso». E interrompe la telefonata con il premier irlandese Il presidente USA durante una chiamata istituzionale con il neo-eletto capo della Repubblica irlandese, Leo Varadkar - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Wed, 28 Jun 2017 13:16 Nadia Murineddu abbandonata all'altare appare in tv: «Il perdono? Non penso lo meriti» - Nadia Murineddu abbandonata all'altare appare in tv: «Il perdono? Non penso lo meriti» La donna è stata lasciata il giorno del matrimonio - Corriere TV    Wed, 28 Jun 2017 13:04 Mattarella: migranti, Italia nel Mediterraneo in prima linea - Mattarella: migranti, Italia nel Mediterraneo in prima linea Il brindisi in occasione del Pranzo di Stato offerto dal Governatore Generale del Canada - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Wed, 28 Jun 2017 09:34 Attenzione, il palazzo crolla. Le immagini riprese mentre la facciata viene giù - Attenzione, il palazzo crolla. Le immagini riprese mentre la facciata viene giù È accaduto a Borgaro torinese dopo la forti piogge - Corriere TV    Tue, 27 Jun 2017 22:42 Renzi ironico: «Caratteristica delle tribù è assoluta fedelta' al capo, Pd non corre questo rischio» - Renzi ironico: «Caratteristica delle tribù è assoluta fedelta' al capo, Pd non corre questo rischio» Il segretario del Pd all'incontro organizzato nella sede milanese dell'Ispi - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    
Artemisium News
15/06/2017
SANT'AGATA DI PUGLIA : LA CAMPAGNA DEGLI ANNI CINQUANTA, L'ATTESA DELLA TREBBIA
di Mario De Capraris
di Mario De Capraris

L’ATTESA DELLA TREBBIA

   Una volta alzato il covone, si rimaneva in attesa dell’arrivo della trebbia. Intanto “se scéva a recote” la vigna, cioè a smuovere il terreno superficiale, in cui, a causa del caldo, si erano formate delle crepe, o si toglieva con la zappa “ru ccurme”, le stoppie, intorno agli alberi, per evitare che questi “s’agghiurassere”, cioè venissero toccati dalle fiamme,  quando si sarebbero bruciate le stoppie. E intanto, soprattutto, si sperava che non piovesse, altrimenti le spighe dei covoni avrebbero cacciato i germogli (ru ggréne ceglièva). 

                   LA TREBBIATURA

   Finché a un certo punto cominciava a circolare la voce che la trebbia era vicina. Tempo qualche giorno e sarebbe arrivata. Così un bel giorno qualcuno veniva ad avvisare e allora ci si precipitava all’aia dei covoni. La trebbia la si vedeva arrivare, lungo i campi di stoppie gialle, che veniva giù verso l’aia, mezzo traballante, tirata dal trattore Landini, e, siccome era stretta e alta, dava l’impressione che da un momento all’altro dovesse rovesciarsi su un lato. Intanto c’era tutta una folla che faceva ala ai lati, composta da quelli che sostenevano la trebbia, dai contadini che erano accorsi a vederla, dai proprietari dei covoni, dalle donne, dai bambini. Insomma era come se ci si preparasse a una festa.   La mattina dopo non s’era ancora fatto chiaro, che già si attaccava la bombola del gas al Landini, il quale dopo un poco lanciava dei colpi così laceranti nell’aria calma, con relativa nuvola nera di scarico, che, insieme ai cani che abbaiavano imbestialiti, si sentivano tutti gli animali delle masserie. Intanto la trebbia aveva preso il suo ritmo e era tutto un girare di cinghie e pulegge, di nastri e cilindri, mentre il rullo sollevatore ingoiava i fasci di grano che venivano buttati coi forconi.   Si cominciavano a riempire i primi sacchi di grano e ogni proprietario, che vi aveva tenuto il covone, portava i sacchi nel suo posto, sull’aia all’aperto. Questi sacchi venivano ammassati a mucchi e si aspettava che doveva venire il commerciante col camion a comprarli. Ma intanto passava qualche giorno, e la notte si lasciava a dormire un ragazzo, per maggior sicurezza che non venissero rubati i sacchi. Noi ragazzi si dormiva in mezzo ai sacchi, ma se qualcuno avesse voluto rubare, era sicuro che si sarebbe preso il grano insieme a noi; c’avrebbero potuto trasportare in capo al mondo, nessuno si sarebbe accorto di niente.    Durante i giorni della trebbiatura c’era un via vai di gente che sembrava una festa. Le donne preparavano le orecchiette sui tavoli all’aperto. Gli uomini scaricavano i fasci di grano dai covoni. C’era quello che teneva appesi i bambini alla mazza sulle proprie spalle e gli faceva fare la giostra. Quell’altro che cantava, anche se in mezzo al rumore della trebbia e del “motore”.Quello con gli occhiali da motociclista e fazzoletto sul naso, sotto il tubo di scarico della paglia, alzava la “meta”, cioè il covone di paglia. Più in là i maiali, sotto i gelsi neri, ne mangiavano i frutti e, erano così imbrattati del colore rosso che fuoriusciva dei gelsi, che erano sporchi come maiali.   Oggi, a raccontarli, questi fatti, sembra che sono passati dei secoli, talmente le condizioni di vita e di lavoro sono cambiate, mentre invece tutto avveniva appena cinquant’anni fa.

(fine)

Mario De Capraris

Facebook Twitter Google+
Autorizzazione del Tribunale di Foggia n.20 del 20 settembre 2006
Direttore Responsabile Samantha Berardino



Quotidiano di Video Informazione on-line. Direttore Responsabile: Samantha Berardino
Reg.Trib. di Foggia n.20 del 20 settembre 2006. Tutti i diritti sono riservati.
Direzione e Redazione: Via G.Garibaldi, 44 - 71028 Sant'Agata di Puglia (FG) Tel. +39 0881 984319 - +39 368 7216910
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni: Leonardo Capano redazione@santagatesinelmondo.it

Tutto il materiale presente in questo sito è strettamente riservato - è vietato l'utilizzo dei contenuti del sito senza l'autorizzazione dei gestori. Privacy Policy | Cookie Policy