Dall'Italia  Thu, 22 Feb 2018 23:31 Elezioni, Renzi: «Anche chi ci odia riconosce nostri risultati» - Elezioni, Renzi: «Anche chi ci odia riconosce nostri risultati» Il segretario del Partito Democratico durante una conferenza stampa a Firenze - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 22 Feb 2018 23:29 Bertolino: «Le prossime elezioni? Un po' come quelle del condominio. E c'è sempre chi non vuole pagare l'ascensore» - Bertolino: «Le prossime elezioni? Un po’ come quelle del condominio. E c’è sempre chi non vuole pagare l’ascensore» Il comico al teatro Franco Parenti di Milano chiude dibattito sul libro di Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera - Corriere TV    Thu, 22 Feb 2018 23:11 Tutti pazzi per Gentiloni, da Napolitano a Rutelli ecco chi chiede il bis - Tutti pazzi per Gentiloni, da Napolitano a Rutelli ecco chi chiede il bis Chi si è espresso a favore di un secondo mandato dell'attuale Presidente del Consiglio - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 22 Feb 2018 23:02 Ragazza aggredita in un parco a Montelupo, arrestato 21enne - Ragazza aggredita in un parco a Montelupo, arrestato 21enne Avrebbe picchiato la giovane per portarle via il cellulare - LaPresse    Thu, 22 Feb 2018 23:00 Grasso: «L'allarme Juncker? Colpa di questa legge elettorale ingannevole» - Grasso: «L’allarme Juncker? Colpa di questa legge elettorale ingannevole» Il presidente del Senato: "Ha fotografato perfettamente la situazione italiana" - LaPresse    Thu, 22 Feb 2018 22:50 Elezioni, Salvini: «Abbiamo un'idea di Italia fondata sul lavoro, non sull'insulto» - Elezioni, Salvini: «Abbiamo un'idea di Italia fondata sul lavoro, non sull'insulto» Il leader della Lega a Bologna pronostica una vittoria del centrodestra nelle "regioni rosse" - LaPresse    Thu, 22 Feb 2018 22:26 Mattarella: «Genitori che si contrappongono a insegnanti vanno contro gli interessi dei figli» - Mattarella: «Genitori che si contrappongono a insegnanti vanno contro gli interessi dei figli» Il presidente della Repubblica incontra i ragazzi delle scuole medie - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    Thu, 22 Feb 2018 22:18 «No a CasaPound», a Torino pietre dai centri sociali contro la polizia: tre agenti feriti e due fermi - Sei agenti feriti e due manifestanti fermati. Giovedì sera il centro di Torino è stato paralizzato dal corteo antifascista sceso in strada per protestare contro il candidato premier di CasaPound, Simone Di Stefano. Il leader del partito di estrema destra ha incontrato i suoi trecento sostenitori nella sala conferenza dell’Nh Hotel di corso Vittorio Emanuele II. Mentre 500 antagonisti hanno tentato invano di raggiungere l’albergo. Bottiglie, sassi e petardi sono stati lanciati contro il cordone di sicurezza delle forze dell’ordine, che hanno risposto con i lacrimogeni. E con l’uso massiccio degli idranti, che ha obbligato a indietreggiare più volte il serpentone antifascista formato da appartenenti ai centri sociali, studenti e militanti di Potere al Popolo. Il corteo, aperto dallo striscione con lo slogan «Torino è antifascista», ha provato a forzare i blocchi per almeno tre volte, ma è sempre stato respinto da polizia e carabinieri. I manifestanti, abbandonato corso Vittorio, hanno sfilato per il centro ricevendo gli applausi di qualche residente. SalviniNon si è fatta attendere la risposta di Matteo Salvini (Lega Nord): «Questi ragazzi fanno quello che fanno: se vai dai genitori e gli fai pagare i danni, vedrai che restano a casa». Duro il commento di Di Stefano: «Sono solo quattro imbecilli». Mentre a Perugia, tre militanti di CasaPound e due di Potere al Popolo sono stati indagati per lo scontro avvenuto durante l’affissione di manifesti elettorali. E a Mantova è stato chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone accusate di ricostituzione del partito fascista.    Thu, 22 Feb 2018 19:10 Berlusconi: «A Firenze sono tutti delle bestiacce...» - Berlusconi: «A Firenze sono tutti delle bestiacce...» Silvio Berlusconi in occasione della presentazione da parte dell'Ance del `Manifesto elezioni politiche 2018´ - LAPRESSE    Thu, 22 Feb 2018 19:01 Berlusconi show, lezioni di bon ton e poi l'imitazione - Berlusconi show, lezioni di bon ton e poi l’imitazione Il leader di Forza Italia dai costruttori edili - LaPresse    Thu, 22 Feb 2018 18:53 Berlusconi: «Sentenza Strasburgo? Me ne frego" - Berlusconi: «Sentenza Strasburgo? Me ne frego" Il leader di Forza Italia alla sede all'Ance a Roma - LaPresse    Thu, 22 Feb 2018 18:47 Berlusconi: «Noi uomini del mattone siamo duri, tratteniamo anche la pipì» - Berlusconi: «Noi uomini del mattone siamo duri, tratteniamo anche la pipì» Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, nel corso del suo intervento all'Ance, l'associazione dei costruttori edili - LAPRESSE    Thu, 22 Feb 2018 18:29 Ema, Salvini: «Ennesima dimostrazione che l'Europa non ama l'Italia» - Ema, Salvini: «Ennesima dimostrazione che l'Europa non ama l'Italia» Il commento di Matteo Salvini, leader della Lega Nord - Elive    Thu, 22 Feb 2018 18:28 Berlusconi su rapporto Usa-Corea del Nord: «Trump? A volte rispondere è come mettere m... in ventilatore» - Berlusconi su rapporto Usa-Corea del Nord: «Trump? A volte rispondere è come mettere m... in ventilatore» Così il leader di Forza Italia intervenendo all'Ance - LaPresse    Thu, 22 Feb 2018 18:26 Elezioni Lazio, Parisi: «È lotta a due con Zingaretti, bisogna cambiare pagina rapidamente» - Elezioni Lazio, Parisi: «È lotta a due con Zingaretti, bisogna cambiare pagina rapidamente» Il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Lazio ha partecipato al congresso Ugl a Roma - Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev    
Artemisium News
14/06/2017
UN CAPITANO DONNA PER DON MATTEO
Maria Chiara Giannetta, sul set con Terence Hill e Nino FrassicaL’attrice foggiana impegnata sul set in Umbria, ma con il teatro nel cuoreSi ispira al maggiore Melissa Sipala, tra le prime donne arruolate nell’Arma

E’ foggiana, ha 24 anni e nella prossima stagione televisiva la vedremo indossare la divisa dell’Arma dei carabinieri in una tra le fiction tv più amate (e longeve) del piccolo schermo: Don Matteo 11. Stiamo parlando di Maria Chiara Giannetta, attrice foggiana chiamata a prendere il posto dell’amato Simone Montedoro (il capitano Giulio Tommasi) al fianco di Terence Hill e Nino Frassica. Le riprese sono cominciate da alcune settimane e l’attrice, nata tra le mura del Teatro dei Limoni e formata al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, si divide tra il set in Umbria, Roma e Foggia, che vorrebbe fosse sempre la sua base d’azione.Prima di questa grande opportunità, tanto teatro in quel di via Giardino, a Foggia; poi tre anni - “intensi, stranianti e bellissimi”, precisa - al CSC, durante i quali ha avuto modo di saggiare questo mondo, facendo provini su provini, accaparrandosi ruoli di protagonista di puntata o da alcune decine di pose (è stata Asia nell’ultima serie di ‘Che Dio ci aiuti’). Ora, la prima grande opportunità per Maria Chiara, che però tiene sempre gli occhi (e il cuore) aperti al teatro.Maria Chiara, il tuo trampolino di lancio in questo mondo è stato sicuramente il Centro Sperimentale di Cinematografia…Indubbiamente. Provenire da un’accademia è un ottimo biglietto di visita. Poi tocca a te dimostrare di potercela fare.Tra pochi mesi ti vedremo protagonista di una delle serie più longeve della tv italiana. Come è iniziata questa avventura?E’ stato tutto abbastanza casuale. Quando ho saputo che la produzione cercava attori per questo ruolo, ne parlai con la mia agente, ma ero convinta che cercassero un’attrice più grande di età (non sapevo che un capitano dei carabinieri diventa tale a 27 anni). Ero a Foggia in quel periodo, chiesero comunque di provinarmi e mi catapultai a Roma, ma con poche speranze. La produzione provinò sia attrici 30enni che 25enni e alla fine ha optato per la linea giovane. Ed eccomi qua.Come ti hanno comunicato la notizia?Attraverso una telefonata della mia agente. Non mi sono scomposta più di tanto, mi sono semplicemente detta: “Ok, sono pronta!”Com’è organizzato il set, come sono i rapporti con gli altri colleghi?Sono subentrata in un ambiente che è già formato e rodato da tanti anni: è come una grande famiglia. Inutile dire che sono tutti grandi professionisti: dal cast alle operatrici di trucco e parrucco, in grado di metterti l’entusiasmo addosso anche quando si inizia a girare alle 5.30 del mattino. E’ una esperienza indubbiamente ricchissima ed entusiasmante: posso dire che, per la prima volta, sono soddisfatta di quanto fatto nella vita. Per la prima volta mi sono stretta la mano e mi sono detta: “Brava!”.Come ti sei approcciata a questo ruolo? Sostituirai un personaggio molto amato dai telespettatori…E’ stato strano. La gente non accetta volentieri i cambiamenti. Anzi, li vivono come una sorta di “tradimento”. Prendo il ruolo di Montedoro, che è amato e stimato dal grande pubblico: cercherò di conquistarmi lo stesso affetto puntata dopo puntata.C’è qualcuno a cui ti stai ispirando?Per questo nuovo personaggio, la produzione sta investendo tanto sulla preparazione. Ho avuto modo di incontrare il maggiore Melissa Sipala, tra le prime donne ad indossare la divisa dei carabinieri. Lei è una donna tutta d’un pezzo e di grande carisma, una bellissima figura alla quale mi sto ispirando tantissimo. Accanto a tutto ciò mi sto allenando al poligono, sto seguendo corsi di equitazione e judo, e tutto ciò che è necessario per rendere il mio personaggio più vero e credibile come capitano dell’Arma.Il teatro, però, è sempre il primo amore.Sì, e mi manca tantissimo. Quando sono a Foggia continuo a vivere al Teatro dei Limoni: anche poter dare una mano in biglietteria mi fa stare bene. E’ l’aria che si respira ad essere speciale.Oggi ci racconti di un tuo piccolo-grande risultato. Ma non deve essere stato tutto rose e fiori…No, infatti. Ci sono stati momenti bui, appena terminato il CSC: un limbo, in cui sei fuori dal Centro ma non sei ancora nel mondo del lavoro. Un periodo di grandi attese in cui aspetti il provino giusto. Io mi sono rimboccata le maniche e, nel frattempo, ho fatto la baby-sitter: la vita in quel periodo è stata più sofferta, ma il primo affitto pagato da sola è stata una grande soddisfazione. Non nascondo, però, di essermi data un tempo, oltrepassato il quale avrei cambiato strada. Poi però è arrivato il ruolo di Asia in “Che Dio ci aiuti!”, 20 pose che mi hanno aperto al mondo della fiction tv.Vorresti fare base sempre a Foggia, la tua città d’origine. Dal tuo punto di vista, qual è la fotografia sulle realtà culturali cittadine?Per cinque anni sono stata a Roma, lontana dalle dinamiche della città. Quando sono tornata a Foggia, però, devo ammettere di aver trovato la città cambiata, migliorata da questo punto di vista. Sarà anche la nostalgia di casa, ma ho trovato un diverso fermento, più realtà culturali e più voglia di fare.Maria Grazia Frisaldi
Fonte www.6donna.com
Facebook Twitter Google+
Autorizzazione del Tribunale di Foggia n.20 del 20 settembre 2006
Direttore Responsabile Samantha Berardino



Quotidiano di Video Informazione on-line. Direttore Responsabile: Samantha Berardino
Reg.Trib. di Foggia n.20 del 20 settembre 2006. Tutti i diritti sono riservati.
Direzione e Redazione: Via G.Garibaldi, 44 - 71028 Sant'Agata di Puglia (FG) Tel. +39 0881 984319 - +39 368 7216910
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni: Leonardo Capano redazione@santagatesinelmondo.it

Tutto il materiale presente in questo sito è strettamente riservato - è vietato l'utilizzo dei contenuti del sito senza l'autorizzazione dei gestori. Privacy Policy | Cookie Policy